Home  
  
  
    Intimità di coppia e figli
Cerca

I primi giorni con tuo figlio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Intimità di coppia e figli: come mantenere la complicità?

I bambini riempiono di gioia i genitori, che vengono assorbiti completamente e dedicano tutto il tempo necessario, e anche di più, ai loro pargoli, con il rischio di sacrificare il rapporto di coppia. Ecco alcuni suggerimenti per ritrovare la magia della vita a due.

Intimità di coppia e figli
© Getty Images

Riscoprire i momenti a due

Lascia che i bambini stiano per conto loro e si inventino i loro giochi, e quando dormono o sono dagli amichetti approfittatene per ritrovare un po’ di intimità. E non sentitevi in colpa quando li lasciate da un parente o da una baby-sitter per uscire da soli. 

Condividete degli interessi

E pensare che un tempo adoravate andare al cinema, mentre ora non vedete altro che cartoni animati… Cercate però di non dimenticare i vostri hobby e continuate a coltivarli in due. Avete sempre voluto prendere lezioni di tennis? Ora o mani più! Condividere dei passatempi consolida il legame di coppia. 

Vietato parlare dei bambini!

Scegli un giorno ben preciso per organizzare una cena romantica con una sola parola d’ordine: vietato parlare durante la cena dei bambini o di questioni relative alla casa. Accade spesso, infatti, che le coppie non parlino d’altro che dei loro bambini, ma è importante non dimenticare che esistono altri argomenti di conversazione.

Il letto è un'oasi di pace

A letto è vietato litigare: ecco una regola d’oro per fare di questo luogo un'oasi di pace. Se prendete l’abitudine di litigare a letto, ogni volta vi stendete sotto le coperte con il mal di pancia... Se invece dovete alzarvi per andare a litigare altrove, inizierete a pensare: "Ne vale davvero la pena?"

Creare dei rituali

Gli specialisti non si stancano di ripetere che i bambini hanno bisogno di punti di riferimento: mangiare e andare a dormire alla stessa ora, tutti i giorni, li tranquillizza e migliora la loro attenzione, aiutandoli a crescere in un ambiente più sano e permettendo inoltre ai genitori di avere dei momenti tutti per loro.  

Chiamarsi per nome

In molte coppie è diffusa la malaugurata abitudine di chiamarsi l’un l’altro "mamma" o "papà" dopo aver avuto il primo figlio: il ruolo di genitori diventa così importante da far scomparire la propria identità e il romanticismo della coppia. Sinceramente, quale donna si sentirebbe eccitata sentendosi chiamare "mamma"? Scegliete piuttosto dei soprannomi affettuosi o semplicemente i vostri nomi. 

Non lasciatevi mettere l’uno contro l’altro

Più i figli crescono, più cercheranno di mettervi l’uno contro l’altro, a furia di dire "La mamma/il papà mi lascia fare…". Date priorità alle regole stabilite in comune e discutete tra voi, rigorosamente in privato, per trovare una soluzione. Se vi esprimerete in maniera unanime eviterete dei conflitti. 

A ciascuno il suo spazio

Ritrovare l’intimità di coppia è importante, a patto di non diventare una persona sola… È importante, per preservare l’autostima, sentirsi realizzati mantenendo i propri spazi, le proprie amicizie e i propri obiettiv personali, ed è anche un modo per avere più cose da dire quando si è insieme al proprio partner. 

Bussare prima di entrare

Insegnate ai bambini l'importanza della privacy: chiedete loro di bussare sempre prima di entrare nella vostra stanza e lo stesso dovrete fare voi quando i vostri figli cresceranno. In questo modo vi sentirete più tranquilli quando sarete in intimità nella vostra camera. 

Un po' di musica

Sistemate delle casse nella vostra camera e mettete della musiva durante le vostre conversazioni intime e i vostri rapporti, il che, ovviamente, non significa sentirsi autorizzati a fare del chiasso infernale quando i bambini sono in casa, ma a evitare che sentano eventuali gemiti...  

Se i bambini vi sorprendono

Le spiegazioni che darete ai bambini se vi sorprendono mentre fate l'amore dipenderanno da quanti anni hanno: a una certa età le spiegazioni non sono nemmeno più necessarie, perché i bambini non sono stupidi... In ogni caso, restate calmi e fate in modo che capiscano cosa stavate facendo: qualcosa di bello e di piacevole. Spesso i bambini si spaventano pensando che si tratta di un'aggressione. 

Mai lasciarsi andare

Dopo l'arrivo di un bebè si ha meno tempo per occuparsi di sé, e quindi accade che ci si lasci andare... Se aggiungi gli sconvolgimenti ormonali e fisici post-parto, addio all'autostima... Senza fare sacrifici o sforzi eccessivi, cerca quindi di prenderti cura di te stessa per stare bene nella tua pelle. 

Il gioco dei desideri

Mettete regolarmente in una cassetta dei bigliettini su cui avete scritto cosa vi piacerebbe fare con il vostro partner. Ogni volta che avete un momento per voi, pescate a sorte un bigliettino e fate quello che c'è scritto.: è un gioco molto divertente che spezza la routine della coppia.  

Qualche parola d'amore...

Non solo l'arrivo dei figli, ma anche gli anni che passano e la routine contribuiscono a farci dimenticare le parole d'amore. L'importante è non smettere mai di darsi dei piccoli soprannomi o di dire l'uno all'altra quanto vi amate e quanto vi desiderate.

Marta Ibáñez, sessuologa

Commenta
25/09/2013
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto