Home  
  
  
    Il profumo in gravidanza
Cerca

Bellezza in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Aspetto un bambino (e metto il profumo)

Incinta e felice di esserlo, sei ben decisa a rimanere una donna attraente. Passare nove mesi conservando eleganza e sex appeal è possibile! Da qualche anno i creatori di moda si fanno in quattro per te. E non ci si dimentica di te neanche per quanto riguarda i prodotti di bellezza. Ma i profumi proprio non riesci a sopportarli. Chiarimenti e soluzioni.

Il profumo in gravidanza
© Getty Images

Quando la pancia inizia ad arrotondarsi, le voglie cambiano, compresa quella di cambiare profumo... Se non addirittura di rinunciarci, afferma la ginecologa. Di fronte allo sconvolgimento ormonale che si manifesta, le future mamme reagiscono spesso in maniera analoga. L’afflusso di estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, comporta un’ipersensibilità olfattiva.

"Ho capito di essere incinta quando di colpo il mio odorato si è decuplicato", racconta Carlotta. Non sempre è una buona cosa. Nel loro profumo di sempre sentono note di fragranza che prima non percepivano e scoprono di non amarle, continua la ginecologa. Tra l’altro, l’aumento del sudore contribuisce a modificare il comportamento fisico-chimico del profumo: si trasforma.

Risultato? Le tue armi di seduzione vengono mal percepite, in particolare gli inebrianti, che scatenano reazioni come nausee e cefalee.

Il ruolo delle emozioni

Le metamorfosi non si fermano qua. Non è in gioco solo il corpo, anche le emozioni hanno il loro ruolo. La gravidanza è una tappa nella vita della donna in cui il suo psichismo è in primo piano. E allora ecco di nuovo l’equazione: odore = emozione = ricordo. Non è solo Proust ad aver tanto insistito con le sue Madeleine, anche gli scienziati hanno studiato il fenomeno: gli odori nella nostra vita intima.

Il cervello dell’olfatto, chiamato anche rinencefalo, fa parte del sistema limbico, che è in effetti la sede delle nostre emozioni e del piacere. E quindi anche del dispiacere, sostiene il biologo del CNRS (Centro nazionale di ricerca di Parigi). In pratica, a seconda che tu ti senta depressa, vulnerabile, o radiosa, la percezione dei profumi e il loro bagaglio emozionale sarà percepito in maniera positiva o negativa.

Non rinunciare al profumo

I tempi cambiano. Essere incinta e profumarsi senza utilizzare le 'vecchie' eau de toilette, è possibile! Se una volta la gravidanza era considerata un 'handicap', oggi aspettare un bambino è segno di fioritura. Le donne e le loro pance diventano protagoniste di pubblicità, gli stilisti non si sono sbagliati e ora si sono impegnati anche i profumisti. Uno studio dimostra che il 57% delle donne incinte si accontenta del profumo della loro pelle o degli odori senza carattere. 

Perché? Quando sono assalite dai dubbi riguardo al loro potere seduttivo, un piccolo gesto come profumarsi, molto femminile, può rassicurarle. E invece esiste una cartografia precisa di odori per accedere a uno stato di benessere globale, di corpo e mente. Una spruzzata di fiori bianchi (gelsomino, mughetto, loto bianco) ed eccoti spalancare le finestre su un giardino dopo la pioggia. Una scelta da donna molto naturale. Altre vivono la loro immagine corporale come una vera e propria fioritura. Queste ultime tollerano fragranze più fruttate come il limone, il mandarino e il tè verde. Qualunque sia il tuo ideale di femminilità, non rinunciare più al profumo. E scopri come decifrare il linguaggio dei fiori.

Catherine Maillard

Commenta
24/07/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto