Home  
  
  
    Come dormire meglio in gravidanza
Cerca

Come cambia il tuo corpo
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gravidanza: le soluzioni per dormire bene

Durante una gravidanza, il sonno della donna è spesso disturbato. E tante sono le future mamme che si sono sentite dire "dormirai meglio dopo" Ma perché aspettare? Esistono soluzioni semplici per riposare bene.

Come dormire meglio in gravidanza
© Getty Images

Oltre a tutti gli stravolgimenti sperimentati durante la gravidanza, possono verificarsi disturbi del sonno. Vediamo più da vicino gli accorgimenti in grado di migliorare la situazione.

Un sonno diverso a seconda del mese di gestazione

In generale, nel 1° trimestre la donna si sente stanca, con una tendenza all'ipersonnia. L'energia viene ritrovata nel corso del 2° trimestre e di conseguenza il sonno migliora. È nel 3° trimestre di gravidanza che il sonno sembra essere più disturbato. Ma attenzione, queste possibili situazioni possono variare a seconda delle donne e del loro contesto (psicologico e fisico: età, andamento della gravidanza sul piano medico, vissuto personale della donna incinta, ecc.).

Un sonno ridotto dal punto di vista quantitativo e qualitativo

Secondo un recente studio1, il 53% delle donne dichiara di dormire meno di 8 ore nel 3° trimestre di gravidanza (contro il 15% relativamente a quando non erano incinte). Inoltre, il 59% delle donne intervistate considera il proprio sonno di peggiore qualità nel corso del 3° trimestre di gravidanza.

Tale diminuzione della durata del sonno, nonché l'alterazione della sua qualità, sono fenomeni frequenti che hanno molteplici spiegazioni.

Le principali cause dei disturbi del sonno

Sono i piccoli malesseri della gravidanza a impedire molto spesso alle donne di riposarsi la notte: dolori lombari, minzioni frequenti, crampi, segni di insofferenza... D'altronde, la percezione dei movimenti del feto può anche disturbare il sonno, proprio come la mancanza di attività fisica, l'ansia o le eventuali patologie al termine della gravidanza, come l'ipertensione arteriosa.

Devi sapere che i disturbi del sonno possono avere conseguenze sullo stato emotivo (ansia, irritabilità) e fisico (notevole stanchezza) della donna.

Meglio recuperare le energie: ecco alcune soluzioni

Innanzitutto, è fondamentale determinare la o le cause dei tuoi disturbi. L'ansia legata agli stravolgimenti fisici e al prossimo arrivo del bambino è un dato frequente da non trascurare. Parlarne con il tuo medico e, se necessario, seguire una terapia può eliminare i disturbi del sonno. In ogni caso, non esitare a chiedere consigli posturali all'ostetrica per dormire meglio. Per aiutarti a distenderti e ad ascoltare il tuo corpo, puoi optare per la sofrologia o lo yoga.

Infine, conoscere a priori le potenziali difficoltà legate al sonno durante la gravidanza permette di evitare l'apprensione e addirittura il senso di colpa. Quanto alla siesta, non la snobbare perché il fatto di riposarti 20 minuti nel pomeriggio non ti impedirà di dormire la sera.

Delphine Tordjman

1 - Dubosc M., Guyard-Boileau B., Emmery B., Le sommeil dans le dernier trimestre de la grossesse. La Revue Sage-Femme, giugno 2007

Commenta
07/08/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto