Home  
  
  
    Cardiopatie
Cerca

Complicazioni in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
E-mail inviata !

Cardiopatie

Le gestanti affette da cardiopatia riescono a sopportare la gravidanza, è utile però tenere in mente importanti accorgimenti.

Una donna affetta da disturbi cardiaci deve evitare la gravidanza?

Cardiopatie
© Thinkstock

Non sempre, dipende dal tipo di cardiopatia di cui soffre, dal fatto che le sia stata riscontrata, da poco o anche in passato, un’insufficienza cardiaca e dalla sua capacità di svolgere tutte le normali attività quotidiane, casalinghe o di lavoro, senza stancarsi troppo.

Le cardiopatiche sono in grado di sopportare una gravidanza?

La maggioranza, sì; contrariamente alla credenza comune, anche i cuori in qualche modo danneggiati sono in grado di sostenere gli aggravi che una gravidanza comporta.

In quali casi risulta estremamente difficile per una cardiopatica portare a termine la gravidanza?

Nei casi in cui esista un’insufficienza cardiaca o, già da prima, la paziente non fosse in grado di svolgere le diverse attività fisiche quotidiane.

Durante la gravidanza, la sofferente di cuore necessita di un’assistenza particolare?

Sì, deve essere tenuta sotto osservazione sia dal ginecologo sia dal cardiologo e sottoporsi a visite di controllo più frequentemente delle gestanti sane; qualora insorgano sintomi di insufficienza cardiaca, è necessario l’immediato ricovero in ospedale.

Le gestanti che soffrono di cardiopatie devono essere necessariamente sottoposte a taglio cesareo?

No; la malattia cardiaca non è di per sé motivo di parto cesareo, nonostante questo intervento chirurgico, se praticato opportunamente, venga superato ottimamente dalle cardiopatiche.

Un intervento chirurgico, per esempio una commissurotomia della valvola mitrale, può risultare utile a una gestante affetta da un vizio valvolare cardiaco di origine reumatica?

Sì; in molti casi in cui si riscontrano condizioni cardiache tali da consigliare un intervento chirurgico e si rileva un sensibile peggioramento della sintomatologia, l’operazione appare addirittura indispensabile e deve essere effettuata fino al sesto mese di gravidanza. La commissurotomia viene superata ottimamente dalla maggioranza delle gestanti e ottiene un sensibile miglioramento delle loro condizioni.

Le donne affette da cardiopatie possono avere più di un figlio?

Sì, purché non sia stata loro riscontrata un’insufficienza cardiaca e durante la gravidanza vengano tenute costantemente sotto controllo sia dal ginecologo sia dal cardiologo.

Commenta
03/02/2011

Per saperne di più:


Newsletter

ciao
Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto