Home  
  
  
    L'agopuntura per i disturbi della gravidanza
Cerca

Guida alle cure prenatali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Agopuntura e disturbi della gravidanza

Quando si aspetta un bambino, prendersi cura di se stessa è molte volte una questione delicata perché svariati farmaci sono vietati durante questo periodo. Nausee, gambe pesanti… l'agopuntura potrà alleviare i tuoi piccoli malesseri sin dalle prime settimane di gravidanza.

L'agopuntura per i disturbi della gravidanza
© Getty Images

L'agopuntura è una medicina cinese millenaria che agisce ristabilendo la libera circolazione delle energie nel corpo umano. I suoi effetti su determinate malattie sono oggi riconosciuti, anche se i meccanismi di azione restano tuttora poco chiari. I piccoli aghi agiscono con grandissima efficacia. Contro il dolore, ma non solo. L'agopuntura è nota per combattere i mal di schiena e i problemi digestivi, che rappresentano i principali motivi di consulto. L'equipe di ostetricia dell'ospedale di Strasburgo ha da tempo integrato questa pratica al proprio arsenale terapeutico. "Inizialmente avevamo fatto ricorso a questa tecnica per agire sulla dilatazione del collo dell'utero, sulla discesa del feto e sul rilassamento del perineo per il parto", commenta il Dr. Christian Rempp, medico agopuntore. Quest'ultimo fa riferimento all'introduzione degli aghi in un punto situato sull'osso sacro che regolarizza le contrazioni e le rende più efficaci. A poco a poco, il reparto ha esteso le applicazioni per trattare i problemi della gravidanza.

La gravidanza, uno squilibrio energetico

Un protocollo diverso per ogni paziente. In primo luogo, la gravidanza può comportare eccessi o rallentamenti energetici, che si manifestano, ad esempio, tramite dolori lombari o all'apparato digerente. Per ciascuna affezione legata allo stato gravidico esistono alcuni punti che, se stimolati opportunamente, permettono di ottenere un miglioramento o addirittura un effettivo sollievo. "Sappiamo che l'inserimento sistematico e regolare degli aghi in determinati punti sembra donare equilibro non soltanto alla futura mamma, ma soprattutto all'evoluzione della gravidanza", precisa il Dr. Rempp. Niente paura: non dovrai diventare un portaspilli. La competenza di un agopuntore non viene giudicata dal numero di aghi che impiega.

Ad ogni disturbo l'ago giusto: calmare le nausee

Sintomatologia: Le nausee si manifestano generalmente durante i primi 3 mesi di gravidanza. Responsabile: il progesterone. Questo ormone, che ha il compito di impedire le contrazioni dell'utero, agisce anche sul canale digerente.

La risposta dell'agopuntura: Dal punto di vista energetico, ogni meridiano (o canale di stimolazione dell'agopuntura) ha una missione precisa. Quando l'energia non circola bene nei due meridiani fegato/cistifellea e stomaco/milza, la futura mamma è preda delle nausee.

  • Due sedute a 15 giorni di distanza possono bastare per attenuare le nausee.

Ad ogni disturbo l'ago giusto: sollievo per le gambe pesanti

Sintomatologia: Spesso, nel 3° trimestre, il ritorno venoso è più difficoltoso. Compaiono allora i disturbi circolatori: gambe pesanti, rottura di vasi, emorroidi...

La risposta dell'agopuntura: In energetica, questi diversi sintomi indicano che lo yin è eccedente, vale a dire che il sistema venoso è lento. L'agopuntura andrà ad agire sulla milza e sui reni, che sono responsabili della circolazione.

  • Una seduta a settimana per un mese è sufficiente per ridurre la sensazione di pesantezza alle gambe o per favorire il riassorbimento dell'edema.

Ad ogni disturbo l'ago giusto: correzione dei disturbi del sonno

Sintomatologia: Alla fine della gravidanza, la posizione distesa diventa spessissimo scomoda. Soprattutto a causa dei movimenti del bambino.

La risposta dell'agopuntura: Se non sai più come chiudere occhio, è possibile, da una parte, che tu sia una persona con yang eccedente e, dall'altra, che la tua milza faccia i capricci. L'agopuntura andrà a placare l'organo che presenta disfunzioni e a favorire un'energia yin, agevolando così il sonno.

  • In genere 2 sedute sono sufficienti per ritrovare il sonno perduto.

Ad ogni disturbo l'ago giusto: preparazione del perineo

Si inseriscono gli aghi in un punto specifico situato da una parte e dall'altra del coccige, dalle 2 alle 3 volte durante gli ultimi 15 giorni che precedono il termine previsto. Si sfrutterà poi un punto diverso (posto sul lato interno della gamba, sopra la caviglia) per rilassare il perineo in sala parto, alla fine del travaglio. Con l'applicazione di questi aghi, si ottiene pressoché all'istante la distensione del perineo.

Induzione della dilatazione del collo dell'utero

Una delle principali applicazioni dell'agopuntura è la preparazione del collo dell'utero al parto. Un piccolo ago posto sul piede, in particolare fra il 1° e il 2° dito, viene fissato con del nastro adesivo per tutta la durata del travaglio. Degli aghi opportunamente sistemati permettono in un primo momento di attenuare l'ansia. La loro azione fondamentale è quella di abbassare la soglia di percezione del dolore e di accelerare così l'apertura del collo dell'utero.

Qualunque sia il tipo di malessere di cui soffri, segui i consigli di Catherine Laporte, ostetrica agopuntrice, la quale raccomanda la massima prudenza e ricorda alle donne incinte che "l'agopuntura ostetrica deve essere eseguita da un medico o da un'ostetrica con una formazione specifica".

Catherine Maillard

Commenta
02/08/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto