Home  
  
  
    I bruciori di stomaco in gravidanza
Cerca

Gli effetti collaterali della gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I bruciori di stomaco in gravidanza

Durante la gravidanza, la metà delle donne soffre di bruciori stomaco. Quasi sempre benigni, questi sintomi scompaiono subito dopo il parto, scopriamo come affrontare questo fastidioso disturbo.

I bruciori di stomaco in gravidanza
© Getty Images

Per combattere i bruciori di stomaco della gravidanza, è fondamentale capire perché si manifestano senza preavviso.

Lo stomaco delle future mamme

I bruciori di stomaco compaiono durante la gravidanza per 2 motivi principali. Primo responsabile: il progesterone. Questo ormone provoca un rilassamento muscolare dell'apparato digerente. Tale ipotonia raggiunge il picco massimo nel 3° trimestre di gravidanza. Risultato? Non solo la digestione è più lenta, ma la valvola che provvede a collegare lo stomaco e l'esofago è meno tonica. Si chiude nei momenti meno opportuni o non si chiude abbastanza, lasciando fuoriuscire dei succhi gastrici.
Secondo responsabile: l'utero. Con il progredire della gestazione, si allarga di pari passo con il feto e arriva ad appoggiarsi sullo stomaco che in questo modo viene schiacciato verso l'alto. Sotto questa pressione, il liquido dello stomaco risale verso l'esofago, provocando reflussi acidi.

Bruciori di stomaco: consigli per le donne incinte

Seguendo alcuni consigli, potrai limitare questi fastidi. Per prima cosa, adotta una postura corretta. Se devi raccogliere un oggetto, piega le ginocchia. Evita di piegarti in avanti e di stenderti completamente. Se senti il bisogno di coricarti, mantieni una posizione semi-seduta, con la schiena poggiata sui cuscini. Puoi alzare la testata del letto di circa 15 cm. Stenditi sul fianco sinistro, perché l'esofago penetra all'interno dello stomaco leggermente a destra.
Fai il possibile per camminare all'aria aperta. L'esercizio fisico è ottimo per la digestione e reca sollievo. Infine, porta abiti larghi per evitare una pressione sull'addome che può provocare l'apertura dello sfintere esofageo inferiore (la valvola che collega lo stomaco all'esofago).

Menù per una gravidanza in dolcezza e senza bruciori

Evita gli alimenti ricchi di grassi, piccanti, acidi e quelli che fermentano. Individua e bandisci quelli che ti provocano disturbi. La lista dei nemici del tuo stomaco è lunga: pietanze in umido, formaggio fuso, farinacei, cioccolato, aceto, sottaceti, pomodori, cavoli, broccoli, così come tè, caffè e bibite gassate. Prediligi gli alimenti densi, come la banana, il riso integrale e il tuorlo d'uovo, e limita i liquidi. "Attenzione ai falsi amici come lo yogurt e lo zucchero bianco. Danno sollievo nell'immediato, ma non sono particolarmente digeribili e alla lunga acidificano il corpo", precisa Francine Chénelot, ostetrica.

Utilizzata in naturopatia, la liquirizia esercita un effetto protettivo sulla mucosa intestinale e un'azione antinfiammatoria. Da provare, a meno che non soffri di ipertensione arteriosa. "Puoi anche sorseggiare un'infusione di altea. Quest'erba giova alla mucosa", puntualizza l'ostetrica.

Suddividi i tuoi pasti abituali in 5 o 6 minipasti, di cui tre più importanti e due leggeri. E non dimenticare: mastica lentamente. Soprattutto, aspetta un'ora abbondante dopo aver mangiato per riposarti in posizione distesa o semi-seduta.

Se questi bruciori di stomaco sono frequenti, non esitare a consultarti con il medico che segue la tua gravidanza: ti potrà indicare delle terapie che non comportano rischi.

Christine Cointe

Commenta
01/08/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto