Home  
  
  
    Chiamare il ginecologo
Cerca

Indagini mediche ed esami in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Chiamare il ginecologo: è troppo presto?

In preda ad ansia e stress molte donne incinta chiamano spesso il ginecologo a cui si affidano, ma quando è necessario? Quando non lo è?

Chiamare il ginecologo
© Getty Images

Quando è il periodo giusto per fare la prima visita?

Gli specialisti consigliano che la prima visita dovrebbe essere fatta tra la sesta e l’ottava settimana. Non prima della sesta settimana e meglio non dopo l’ottava. Quali sono le ragioni? Prima della sesta settimana non sarebbe possibile identificare con un’ecografia la presenza di una gravidanza in utero e un battito cardiaco fetale presente. Dopo l’ottava settimana invece potrebbero sfuggire alcune situazioni specifiche della gravidanza, come la gravidanza extrauterina o la gravidanza molare.

Non aspettare troppo è opportuno anche perché la coppia può avere tutte le informazioni sulla diagnosi prenatale e ha il tempo di elaborarle e discuterle, per poter fare una scelta il più possibile ragionata e consapevole. E' bene fare all’inizio della gravidanza determinati esami del sangue che potrebbero mettere in luce alcuni elementi di rischio. Elementi che è meglio scoprire tempestivamente.

E poi, quando chiamare il ginecologo?

Si sa, una donna incinta ha bisogno di essere rassicurata e tranquillizzata su ogni cosa. Così chiamare spesso il ginecologo è un'abitudine che accomuna molte donne in gravidanza. Eccessi di ansia e stress, tuttavia, non giovano al feto e alla madre e interpellare per ogni minimo problema il medico può rappresentare un'esagerazione. Per non stressarti e non stressare il tuo specialista, ecco alcuni consigli su quando chiamarlo e quando invece è meglio evitare.

  • Non chiamarlo se le tue contrazioni non sono regolari e se avvengono solo una o due l'ora: potrebbero essere delle contrazioni di Braxton Hicks
  • Non chiamare il ginecologo se è avvenuta l'espulsione del tappo di muco
  • Chiamalo se le contrazioni sono intense e regolari, ogni 5-10 minuti
  • Chiama per un consiglio se ti si sono rotte le acque

Commenta
19/01/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto