Home  
  
  
    L'ecografia in gravidanza
Cerca

Indagini mediche ed esami in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L’ecografia in gravidanza

L'ecografia ostetrica è un esame non invasivo che utilizza gli ultrasuoni per esplorare le strutture interne del corpo. Permette di monitorare la gravidanza, risalendo all'età precisa del feto, al tipo di gravidanza, e assicurando che tutto sta procedendo nel modo più corretto.

L'ecografia in gravidanza
© Getty Images

L’ecografia: a cosa serve?

Durante la gravidanza le ecografie obbligatorie da eseguire sono tre: al primo, al secondo e al terzo trimestre. Altre ecografie potranno essere effettuate in caso di necessità.

L’ecografia osserva lo sviluppo del feto, la placenta e il cordone allo scopo di:

  • Sorvegliare il corretto svolgimento della gravidanza;
  • Scoprire un’eventuale malformazione (può per esempio rilevare una trisomia 21).

Consente di:

  • Scoprire anomalie morfologiche del feto (tutti gli organi vengono esaminati uno per uno);
  • Datare l’inizio esatto della gravidanza (con uno scarto di tre giorni);
  • Determinare il numero di feti;
  • Ricercare malformazioni (cardiache, digestiva, celebrale, dei membri…);
  • Misurare le dimensioni della testa, dei femori, dell’addome;
  • Valutare la crescita del feto;
  • Stimare la mobilità del feto, la sua vitalità.

L’ecografia: che cos’è?

L’ecografia utilizza gli ultrasuoni e non i raggi X.

Il suo principio consiste nel visualizzare il feto in tempo reale e in movimento. Sul ventre ti viene applicata una sonda (simile a una penna) che emette ultrasuoni. L’onda si propaga nel tessuto e viene rinviata dal feto sotto forma di eco. Questo segnale viene analizzato da un potente sistema informatico che ritrasmette un’immagine in diretta.

L’apparecchio per l’ecografia è composto da quattro elementi principali:

  • La sonda che emette gli ultrasuoni e raccoglie il segnale dopo il suo passaggio attraverso i tessuti. È collegata all’apparecchio tramite un cavo.
  • Lo schermo video sul quale vengono visualizzate le immagini.
  • Il sistema informatico.
  • Il pannello di controllo composto a sua volta da molteplici tasti e funzioni.

Ecografia: in cosa consiste?

Di solito è un ginecologo ostetrico a effettuare questo esame.

Prima dell’esame passerai dallo spogliatoio per toglierti gli abiti (ti verranno indicati i vestiti da togliere).

Non dimenticare di andare in bagno per sentirti più a tuo agio.

Durante l’esame ti stenderai su un letto, normalmente a pancia in su.

Ti stenderanno un gel sulla pelle per permettere una buona trasmissione di ultrasuoni. La sonda verrà spostata sul tuo ventre rispetto al feto. Durante l’esame, il medico ti chiederà di cambiare posizione. A volte, per migliorare la qualità delle immagini, l’ecografia potrà essere effettuata per via transvaginale (la sonda viene introdotta nella vagina)

Dura da 10 a 20 minuti circa. È un esame veloce!

I risultati: il medico ti fornirà un primo commento. Il resoconto definitivo sarà inviato nel più breve tempo possibile al tuo medico di base.

Ecografia: è dolorosa?

No, l’esame è assolutamente indolore.

Ecografia: come ci si prepara?

Non è necessaria nessuna preparazione. Puoi mangiare e bere normalmente.

Porta:

  • La lettera del tuo medico e le ricette mediche;
  • Il tesserino sanitario;
  • I resoconti delle precedenti ecografie.

Fai presente:

  • Gli antecedenti personali e familiari;
  • La data delle tue ultime mestruazioni;
  • La data dell’inizio della gravidanza.

Ecografia: quali sono i rischi?

Non c’è nessun rischio. Gli ultrasuoni non sono pericolosi né per te né per il bambino!

Dott. Sébastien Ronze

Commenta
24/07/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto