Home  
  
  
    Il sesso dopo il parto
Cerca

I rapporti sessuali in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Sesso dopo il parto: fare l'amore dopo la nascita del bebè

Tutti presi dalla gioia della nascita, i genitori concentrano la loro attenzione principalmente sul bebè. Ancor di più se è il primo... Attenzione quindi a non trascurare la coppia, e più ancora la sessualità. I consigli di Mélanie Schmidt-Ulmann, doula e autrice del libro Comment rester amant, quand on devient parents (Come restare amanti quando si diventa genitori).

Il sesso dopo il parto
© Getty Images

La nascita è un enorme sconvolgimento nella vita della coppia. Anche se si è preparati! Il passaggio da 2 a 3 non va sempre liscio. La riorganizzazione del tempo e la grande stanchezza decisamente non favoriscono la coppia. Il clima sensuale, preludio ai giochi sensuali un tempo più audaci nei neogenitori non sempre è presente all’appuntamento. Tuttavia, raggirare gli ostacoli e convocare Eros fra balbettii e poppate è sempre possibile.

La sessualità dopo il bebè: Ascoltarsi, non forzare!

Dopo il parto, un periodo di pausa "niente sesso" è inevitabile. Entrano in gioco diversi fattori, sia fisiologici che psicologici. I bisogni della mamma sono più spesso totalmente appagati dal bebè. L'aspetto di fusione, anzi simbiotico del rapporto con il neonato, può anche comportare un sentimento di esclusione per il padre. Due elementi che non favoriscono le premesse di una forte attrazione sessuale per folli capriole.

Inoltre, il parto è un evento estremamente stancante. Un'episiotomia, un cesareo, o anche semplicemente sanguinamenti talvolta abbondanti frenano fortemente l'appetito sessuale. Tanto più che la prolattina o l'ormone della lattazione va di pari passo con una libido ridotta e a volte una secchezza vaginale. "Se non c'è tempo di astinenza normativa, un periodo di un mese circa va comunque previsto" raccomanda la doula Mélanie Schmidt-Ulmann, il cui ruolo è quello di accompagnare le donne prima e dopo l'arrivo del bebè. Mélanie raccomanda comunque di ascoltare il proprio corpo, piuttosto che forzarsi per senso di colpa davanti al desiderio del proprio compagno.

Anche dalla parte dei neopapà il desiderio può conoscere fluttuazioni. Alcuni percepiscono, e a ragione, la compagna come una madre e non più un'amante. Gli attributi fino ad allora riservati al sesso, ovvero il seno e la vagina, si prestano alla confusione, impedendo loro di provare cose nuove in ambito sessuale, in un contesto inedito.

Crearsi periodi d'intimità

La ripresa si sarà più facile nel caso in cui non ci sia stata una vera e propria interruzione del ritmo durante la gravidanza. In caso contrario, mobilizzare il proprio lato femminile, sensuale e sexy è una prima tappa. Prendersi cura di sé, farsi piccole pause per i massaggi, ad esempio delle mani e dei piedi in un bagno a due, che rappresenta altrettante piccole attenzioni per sé e per l'altro che cambieranno la donna. "Provare per quanto possibile a prendersi tempo per la coppia, anche sapendo bene che all'inizio il bambino rimane centrale" insiste Mélanie Schmidt-Ulmann. Questi spesso sono piccoli momenti rubati più che grandi appuntamenti che ricreano una bolla d'intimità. Un passaggio che si costruisce insieme.

Riprendere confidenza col proprio corpo

Dopo la gravidanza e il parto, il corpo ha subito molte trasformazioni. Per un ritorno fiducioso al benessere sessuale, i massaggi e la tonicità del perineo sono una priorità. Per i primi, sollecita il neopapà, e chiedi anche l’assistenza di un professionista a domicilio. Una volta ogni 3 settimane, ad esempio... Quanto al perineo, al di là delle sedute raccomandate dal tuo medico, durante la visita prenatale, è possibile praticare una ginnastica a domicilio, unendo l'utile al dilettevole. "A questo proposito, la swissball, un pallone rotondo da 60-70 cm di diametro, è l’ideale. Questa disciplina posturale e di rinforzo dei muscoli profondi è a volte ludica ed efficace per massaggiare e rieducare il perineo..." suggerisce la doula.

"Durante i momenti d'amore, privilegiate certe posizioni piuttosto che altre per aiutare la mamma a ritrovare il gusto nei giochi sessuali, tenendo conto del suo corpo. Quella del cucchiaino, nella quale siete incastrati l'uno dietro l'altra, è preferibile per le carezze, al contatto dolce, ad una penetrazione poco profonda. Non rifiutate la tradizione, né il vostro piacere, a volte un buon missionario può anche farvi brillare gli occhi... Una volta che il bebè ha trovato il suo ritmo e voi il vostro, a voi il divertimento!

Catherine Maillard

Commenta
08/08/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto