Home  
  
  
    Sessualità durante la gravidanza
Cerca

I rapporti sessuali in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La sessualità durante la gravidanza

Se numerose culture e religioni hanno proibito il sesso durante la gravidanza, oggi i medici sono unanimi: una sessualità felice non fa correre alcun rischio alla futura mamma e al bimbo che porta in grembo. La gravidanza per la sessualità non deve trasformarsi in un deserto di nove mesi. Soprattutto se si aggiunge a questo periodo, quello che segue il parto…

Sessualità durante la gravidanza
© Getty Images

La gravidanza provoca nella donna mutamenti fisici e psicologici: cambia tutto! La coppia deve esplorare una nuova sessualità.

Durante le trasformazioni… la sessualità continua

Oltre alla sensazione di benessere e di piacere, i rapporti sessuali sono un momento privilegiato di complicità per la futura madre e il suo compagno. I cambiamenti fisici e il nuovo ruolo di genitori generano una certa insicurezza; questi momenti intimi vi riporteranno alla vostra vecchia normalità.
Nel corso delle settimane, le relazioni sessuali richiedono qualche attenzione particolare per aumentarne il confort: la posizione faccia a faccia diventa sempre più difficile, soprattutto negli ultimi mesi. Bisogna allora lavorare d’immaginazione.

Attenzione! Libido fluttuante...

Il desiderio sessuale dei due partner può cambiare durante la gravidanza.
Gli studi statistici effettuati rivelano una grande variabilità: per alcuni il desiderio non cambia, per altri, addirittura aumenta, per altri ancora diminuisce… In pratica, ciò che indebolisce il desiderio di uno può aumentare il desiderio dell’altro.
Molti uomini conservano un desiderio molto vivo per la loro compagna, altri ne prendono le distanze e, per il momento, non sopportano l’idea di avvicinarsi a una donna che sta per diventare mamma. Alcune donne sono prese dalla loro gravidanza e un po’ distanti dal proprio partner. La comprensione e l’ascolto sono indispensabili. E se il desiderio sessuale non è sempre vivo, o per l’uno o per l’altro, non privatevi di incontri sensuali, di carezze e massaggi, che potrebbero concludersi con carezze sensuali per chi ne ha voglia.

Paure infondate

Capita che uno dei due partner, a causa dell’imminente nascita del bebé, abbia paura di ferirlo, di farlo soffrire o di svegliarlo! Queste paure sono frequenti.
E’ l’occasione di esprimere le angosce che l’evento gravidanza provoca. Alcuni immaginano che il bambino sia una sorta di testimone dei rapporti sessuali tra i genitori. In realtà, il feto è molto ben al sicuro e al riparo nell’utero, all’interno della sacca amniotica (una cavità mucosa situata a livello del collo dell’utero lo separa dalla cavità vaginale).

Pianificare i piaceri

I cambiamenti del corpo indotti dalla gravidanza hanno una grossa influenza sulla sessualità.

Durante il primo trimestre, la fatica, le nausee o la paura di un aborto possono diminuire il desiderio sessuale. Questa paura è infondata: a questo stadio, gli aborti sono il risultato di anomalie cromosomiche dell’embrione.
Durante il rapporto sessuale, all’aumento del volume dei seni legato alla gravidanza si aggiunge tuttavia la vasocongestione attivata dall’eccitazione sessuale, creando così tensioni mammarie spiacevoli e a volte dolorose. Questo femonemo sparisce nel corso della 2° o 3° settimana di gravidanza poiché, a questo stadio, i seni reagiscono in maniera diversa all’eccitazione sessuale.

Il secondo trimestre è il periodo più felice della gravidanza, la donna sente il bebé muoversi, il ventre non è ancora troppo grosso; per alcune donne aumenta anche il desiderio sessuale e il piacere e tutto ciò è legato all’aumento della vascolarizzazione della zona del basso ventre. Questa vasocongestione riduce l’orifizio vaginale e per alcune le sensazioni saranno, proprio per questo motivo, più voluttuose. L’orgasmo provoca contrazioni dell’utero, contrazioni banali e senza conseguenze nel quadro di una gravidanza normale, che differiscono dalle contrazioni del travaglio al momento del parto.

Il terzo trimestre è a volte meno confortevole a cause del volume dell’addome, ma i rapporti sessuali sono comunque possibili.

Una sessualità felice durante la gravidanza permetterà ai partner di ritrovarsi più facilmente dopo il parto, senza che si siano verificate interruzioni nella loro relazione sensuale.

Alla fine della gravidanza per l’uomo si pone un altro problema: assistere la compagna durante il parto. Alcuni uomini sono restii e bisogna rispettare questa scelta. La vista di un parto potrebbe rivelarsi traumatizzante e il consorte potrebbe in seguito avere difficoltà a ritrovare erotico il corpo della propria donna, dopo averlo visto nelle condizioni del parto. E’ necessario, in questo caso, che venga rispettata la volontà di ognuno.

1 Sessualità durante la gravidanza - continua ►

Commenta
26/07/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto