Home  
  
  
    Baby shower, il party pre-maman
Cerca

Lo shopping per il bebè
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Baby shower, il party pre-maman

Sei incinta, aspetti un bambino, sei al settimo o all’ottavo mese di gravidanza, vuoi condividere la gioia con le amiche più care? Bene, è il momento di festeggiare. La festa che fa per te si chiama “baby shower party”, un’usanza anglosassone che arriva con effetto mania anche in Italia. Scopri con Doctissimo come regalarti un baby shower da copertina.

Baby shower, il party pre-maman
© Getty Images

Si chiama baby shower party l’usanza americana che negli ultimi anni ha trovato terreno fertile in Nord Europa, in Francia e adesso impazza anche nel Bel Paese. Vuoi organizzarne uno? Segui le regole del galateo della tradizione statunitense e la riuscita dell’evento è assicurata.

Cos'è? Il baby shower in poche parole

Il termine “baby shower” allude alla significativa “doccia di regali” pensati per il bebé in arrivo. Questa espressione è utilizzata per indicare il party con cui si festeggia l'imminente nascita del bebé e si rende contemporaneamente omaggio alla futura mamma che lo porta in grembo. La gravidanza è infatti un periodo particolare nella vita di una donna che sperimenta un cambiamento fisico ma anche psicologico e si prepara a vivere l’esperienza della maternità passando da donna al duplice ruolo di donna-mamma. La festa è inoltre una ghiotta occasione per raccogliere tutto ciò che potrà servire al bambino appena nato ma è anche un momento di gioia per la mamma che spenderà qualche ora di spensieratezza assieme alle amiche più care e alle parenti strette.

Chi organizza il party?

Da tradizione il compito di organizzare la festa spetta alle amiche. La futura mamma e il nascituro sono gli special guest del ricevimento e in genere la modalità della festa è a sorpresa. I tempi cambiano e, lontani dal rigore anglosassone, sono sempre più numerose le mamme che decidono di organizzare la festa da sole e in piena autonomia. Tale scelta deriva dalla crescente popolarità di questo valido evento che permette alla mamma di concludere la gravidanza avendo già in casa tutto ciò che servirà per prendersi cura del bebé. Il baby shower party un tempo era organizzato in onore della prima gravidanza; oggi però questa festa non è più esclusiva del primogenito ma è aperta anche ai figli che verranno dopo e a quelli adottivi.

Quando e perchè? Il momento e i motivi per festeggiare

Il baby shower party si organizza in genere intorno dal 7°- 8° mese di gravidanza, quando ormai la gestante è rassicurata sul buono svolgimento della gravidanza, è vicina al parto ed è abbastanza in forma per godersi la festa in tutta tranquillità. La futura mamma avrà già sospeso l'attività lavorativa e, libera da pensieri d'ufficio, potrà dedicarsi interamente all'organizzazione della vita domestica dopo l'arrivo del piccolo. Dovrà scegliere corredini, arredi, utensili e quindi ha bisogno di tempo e consigli utili, oltre che rassicurazioni e volti amici. È il momento in cui la mamma avrà bisogno di un sostegno emotivo e quale migliore occasione per lei, se non il baby shower party, per ritrovare le persone più care riunite tutte attorno allo stesso tavolo?

Come organizzare? Dagli inviti ai regali

Organizzare un baby shower party è semplice ma richiede una pianificazione in cui nulla vada lasciato al caso. Sia che a programmarlo siano le amiche o le mamme, vi sono passaggi obbligatori da seguire:

  • la lista delle invitate e gli inviti: fate in modo di non dimenticare nessuno delle appartenenti alla vostra cerchia più stretta, è una cosa seria; niente passaparola, fate pervenire a casa con qualche giorno o settimana di anticipo, uno sfizioso invito con cui sorprendere le amiche specie quelle che non conoscono tale party;
  • la scelta della location: è buona educazione prediligere un luogo altro rispetto alla casa della futura mamma per evitare che debba ritrovarsi a pulire una volta finita la festa;
  • la lista della spesa e la prenotazione dell’eventuale servizio catering;
  • la scelta di un tema e l’acquisto delle decorazioni;
  • la lista regali: necessaria per evitare doppioni (questa andrebbe stilata sempre con la supervisione della futura mamma; nel caso in cui si tratti di un party a sorpresa mettetevi d’accordo con il negoziante sull’eventualità che la mamma possa voler cambiare qualche pezzo);
  • le bomboniere, facoltative ma sempre gradite, sono il miglior modo per ringraziare le persone che hanno preso parte alla festa.

Dove? La location ideale

Galateo anglosassone vuole che ogni baby shower che si rispetti, segua un tema e di conseguenza la location venga adattata a questo. La scelta del posto in cui festeggiare è condizionata dalle stagioni: d’inverno un salone decorato con fiocchi azzurri o rosa; d’estate una veranda dove disporre un bel tavolo da buffet e tanti palloncini sparsi per aria oltre a festoni e ombrellini colorati sui cocktail. Che lo si festeggi a casa, in un ristorante o nella sala di un pub, è importante che le decorazioni non manchino e che il clima sia di festa. Un tema può essere il sesso del nascituro, ma anche gli animali della fattoria, macchinette telecomandate per lui e bamboline di pezza o personaggi del mondo delle fate per lei. Largo alla fantasia.

Cena, aperitivo o brunch?

Come ogni festa, elemento indispensabile di convivialità è il cibo. Un ricco menù non potrà mancare sia per rendere “gustosa” la giornata sia per pasteggiare con le amiche e rifocillarsi allegramente. Il menu segue l’ora che si sceglie per il party. Può essere una merenda con dolcetti, torte, crostate, succhi di frutta e bevande zuccherate se le invitate sono attese per l’ora del tè; un brunch se si opta per il mezzogiorno di una comoda domenica o un tavolo con pizzette, arachidi e quiche se la scelta ricadrà sull’aperitivo. Se si festeggia per cena, il salato la farà da padrona e il menu comprenderà piatti più sostanziosi perché gli invitati sono stati radunati all’ora di uno dei due pasti principali. Ciò che non deve mai mancare a un baby shower party è la torta di pannolini. Attenzione però, dall’aspetto invitante, colorata e a mo’ di opera d’arte, ha una sola controindicazione: non è commestibile, ma decorativa e utile per il cambio del pupo appena nato.

Un party al femminile?

Originariamente il baby shower nasce come una festa tra donne, le invitate sono le amiche più care e le parenti strette ma anche le colleghe di lavoro o qualche simpatica vicina di casa, tutte persone la cui compagnia è fortemente voluta. Le attività preferite con cui intrattenere le invitate saranno in primis le chiacchiere, lo scambio di consigli, ma anche giochini divertenti, come ad esempio indovinare il nome, il peso, l’altezza, il giorno in cui il piccolo verrà al mondo. Nata come un’usanza tutta al femminile, è in aumento il numero di uomini che sceglie di partecipare o addirittura organizzare festicciole per il nascituro. Così da baby shower party pre-maman si è passati al baby shower party per la coppia con amici di lei e di lui, a baby shower party in cui si festeggia il papà. Come dire, vero che la maternità è fondamentale ma anche la paternità rivendica i suoi diritti.

Effetto mania, tra media e passaparola

Il baby shower si propone come una soluzione efficace per risolvere problemi pratici come appunto i regali che serviranno al neonato. Più ci si impegnerà per la buona riuscita della festa, più sarà positiva l'esperienza e piacevole il ricordo. La recente diffusione del party pre-maman è data dai pareri e dai commenti positivi delle mamme che vi hanno preso parte e ne sono rimaste colpite, oltre che dalle mamme straniere che li hanno organizzati e adesso li programmano per le amiche in Italia. Anche le serie americane hanno contribuito ad accrescerne la popolarità; alzi la mano chi non ricorda il memorabile shower party di Miranda in Sex and The City.

Se sognate un baby shower degno delle star di Hollywood che lasci a bocca aperta le vostre amiche ma non siete brave in materia, affidatevi a dei professionisti qualificati. Anche in Italia, infatti, sono nate agenzie specializzate che mettono a disposizione le competenze di esperti nel campo dell’organizzazione di eventi che curano la minicerimonia in ogni dettaglio e saranno capaci di rendere il tuo baby shower party una festa indimenticabile.

Commenta
09/08/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto