Home  
  
  
    L'abbigliamento per il tuo bambino
Cerca

Lo shopping per il bebè
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il giusto abbigliamento per il tuo bambino

Uno dei grandi piaceri dei genitori e di chi sta attorno a un bebè è scegliere i minuscoli abiti che vestiranno la loro principessina o il loro principino. Ma come orientarsi? Quali sono gli indumenti adatti alla loro età? Misure, materiali, confort... Alcuni consigli per scegliere bene.

L'abbigliamento per il tuo bambino
© Getty Images

Tute, body, sacchi-nanna, pagliaccetti, camicine...  l’universo del bebè è vasto. Ad ogni età corrispondono modelli che mettono insieme comodità, bellezza e risparmio di tempo per i genitori.

Di quale materiale devono essere fatti gli abiti per il bambino?

Le fibre naturali e traspiranti, come lino e cotone, sono le più adatte per i neonati. Il tessuto migliore resta il cotone, tessuto base degli indumenti per bambini. Consiglio dell’esperto: scegli un cotone morbido, per esempio un cotone pettinato molto liscio. Molte marche propongono il cotone bio. I pigiami in spugna tengono i bambini ben al caldo. Evita invece le fibre sintetiche che potrebbero causare irritazioni alla pelle, se non vere e proprie allergie (soprattutto in presenza di cloro e formaldeide). Inoltre, le fibre sintetiche fanno sudare.

Abiti per il bebè: la taglia giusta

Per le taglie, è più complicato. Ogni marca ha il suo sistema di taglie. Alcune case hanno taglie grandi, altre piccole. Le taglie variano a seconda del Paese: gli indumenti fabbricati in Germania e nei Paesi del Nord sono spesso più grandi che in Italia. Le commesse affermano che, in generale, gli indumenti per bambini hanno taglie piccole. Perciò è consigliabile prendere sempre una taglia più grande, anche due in certi negozi. Soprattutto meglio evitare di comprare vestiti di taglia 0 mesi (per la nascita) o 1 mese: alcuni neonati potranno portarli solo due o tre settimane! Generalmente si trovano taglie per 0, 3, 6, 12, 24, 36 mesi. Alcune case fanno taglie intermedie: 1, 9 e 18 mesi, per esempio.

La prima infanzia: vestiti comodi e pratici

Per i più piccoli il motto deve essere “è pratico”. Occorre scegliere indumenti che si chiudono con facilità: chiusura con bottoncini automatici o con nodi. Opta per body che si chiudono “incrociati davanti” con un piccolo nodo o con un bottone automatico, così come sacchi-nanna (pigiami composti da un unico pezzo con i piedi, spesso di velluto), completini, tutine (una sorta di pigiami abbastanza leggeri con i piedi) e pagliaccetti che si chiudono con bottoni dietro la schiena e in mezzo alle gambe. In effetti, la cosa fondamentale è poter accedere al sederino del neonato senza doverlo spogliare completamente. Anche i gilet scaldacuore sono facili da mettere e togliere. Meglio comprare indumenti che si indossano senza passare dalla testa del neonato, soprattutto fino ai 2 mesi.
 Se invece preferisci magliette e body che si infilano dalla testa, questi dovranno essere facilmente infilabili: meglio scegliere uno scollo americano perché si può togliere con più agevolezza. Per i piccoli, che hanno un collo fragile, è fondamentale. Se al tuo bimbo vuoi far indossare un pantalone, scegline uno ben elastico in vita. Il più comodo per la notte? Un pigiama. E per il giorno una tuta abbellita da una camicina o un pagliaccetto sopra un body a maniche corte, se fa caldo.

Il guardaroba da 6 a 24 mesi

A partire dai 6-12 mesi, puoi scegliere abitini con bottoni normali o con chiusura lampo. Maglioncini, pantaloni lunghi di cotone o jeans, a te la scelta. Non dimenticare però di privilegiare indumenti comodi, caldi e che richiedono poca manutenzione. Per il benessere del bambino, gli abiti devono essere larghi e facili da lavare. Le salopette sono ideali per i primi passi del bebè. Nota: finché non camminerà, le scarpine sono inutili. Eccezionalmente, tuttavia, puoi mettere delle calzature al bimbo, a patto che siano molto morbide e senza suola rigida. Penserai al primo paio di scarpe quando il piccolo inizierà a camminare da solo. Allora bisognerà scegliere calzature che preservino la leggerezza delle sue caviglie, con una suola antiscivolo. Il piede del bambino dovrà essere protetto e rispettato scegliendo un modello adatto e ideato per lui. 
Dai 12 mesi in poi il guardaroba si arricchisce. Scegli indumenti resistenti e non dimenticare che i bambini inizieranno a volersi vestire da soli: acquista abiti con segni distintivi sul davanti affinché siano più facilmente reperibili: mutandine con un piccolo motivo solo sulla parte anteriore, magliette, felpe e maglioncini con logo sul davanti, colli a V o con una piccola chiusura zip. Evita i bottoni, le chiusure lampo, le cinte, le bretelle, e dai la preferenza a pantaloncini o vestitini con cordoncini o elastici in vita, o con chiusura a strappo.

Anne-Sophie Glover-Bondeau

Commenta
04/01/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto