Home  
  
  
    Quando sentirò il bimbo muoversi?
Cerca

Lo sviluppo fetale
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando sentirò il bambino muoversi per la prima volta?

Sentire i primi calcetti sulla pancia di tuo figlio è una delle emozioni che non vedi l’ora arrivi. Il movimento è segno di vita, mezzo di comunicazione tra mamma e figlio. Ma quando arriverà questo magico momento?

Quando sentirò il bimbo muoversi?
© Getty Images

Sentire i primi calcetti sulla pancia di tuo figlio è una delle emozioni che non vedi l’ora arrivi. Il movimento è segno di vita, mezzo di comunicazione tra mamma e figlio. Ma quando arriverà questo magico momento? Quando potrai sentire il bimbo muoversi per la prima volta dentro di te? Scoprilo con Doctissimo.

I primi movimenti

Un feto inizia a muoversi alla decima settimana di gravidanza. È il momento in cui i suoi muscoli principali si sono sviluppati, formando un livello spesso fra le ossa e la pelle. I movimenti iniziano come azioni traballanti e scoordinate di braccia e gambe, diventando più efficaci con il tempo. Al giorno d’oggi si sa che i movimenti nel grembo sono importanti per stimolare la crescita e lo sviluppo dei muscoli, per mantenere la flessibilità delle giunture e favorire la forma e la forza delle ossa e lo sviluppo del sistema nervoso. La madre inizierà a sentire il bambino muoversi quando sarà abbastanza forte da fare pressione sulle pareti dell’utero per stimolare i nervi sulla pancia. L’utero di una donna non ha nervi capaci di sentire i movimenti del bambino. Ciò significa che solo i movimenti diretti verso la superficie della pancia saranno avvertiti. Tuttavia, se i movimenti sono piazzati in modo strategico, le sensazioni potrebbero sentirsi anche nella zona pelvica attorno alla cervice, alla vagina, la vescica e il sedere. Quando il bambino è abbastanza grande, i movimenti e la pressione si possono sentire nelle costole e nell’osso pubico. A metà gravidanza un feto ha molto spazio per muoversi, fluttuando nel liquido amniotico. Questo gli permette di rotolare e fare le capriole dando parecchi calci e colpi. Col progredire della gravidanza, il bambino cresce ma lo spazio rimane lo stesso, riducendo per lui la possibilità di muoversi liberamente, anche a causa del fatto che, nelle ultime settimane, la sua testa scende nelle pelvi.

Quando inizio a sentirlo?

Il momento è molto soggettivo, ma di solito avviene durante il secondo trimestre (fra la 12° e la 28° settimana di gravidanza). In molti casi, una prima forma di sensazione si ha fra la 18a e la 22a settimana, ma alcune donne riportano sensazioni occasionali e molto vaghe già alla 12° – 13° settimana, e altre invece non sentiranno il bambino se non quando calcia davvero, intorno alla 23° – 25° settimana. Ricorda che queste sono indicazioni generali e il tempo potrebbe essere più lungo, specialmente se la donna sente il bambino muoversi molto presto. Il primo movimento che avvertirai può dipendere da molti fattori, fra cui:

  • Se è il primo bambino o meno. Le donne che hanno già avuto un figlio spesso notano prima i movimenti dei figli successivi. Questo forse per una maggiore sensibilità, o per il fatto che si sa già che tipo di sensazioni aspettarsi. Inoltre, i figli successivi al primo tendono ad essere più attivi
  • Dov’è situata la placenta. L’utero femminile è come un pallone, dentro al quale è attaccata la placenta. Verso la metà della gravidanza la placenta è grande quanto un piattino e spessa 1-2 cm

I vari movimenti del bambino

Di solito, soprattutto all’inizio, non sentirai i movimenti tutti i giorni, anche se il bambino si muove frequentemente. Tuttavia, in un paio di settimane, la sensazione rara diventerà più regolare e frequente, mano a mano che il bambino si fa più grande e più forte. Così lo sentirai più volte al giorno. Il feto ha un ciclo “sonno – veglia” ben definito. Varia da bambino a bambino, ma si ritiene che possa dormire fino all’85-95% del tempo che passa nell’utero materno. Di solito sono attivi ogni 1-2 ore per 10-40 minuti, prima di tornare a dormire.

Elementi che influiscono sul movimento del bambino

Esistono diversi elementi che influiscono sul movimento del bambino. Ad esempio:

  • La posizione: a seconda della sua posizione, il bambino può essere più o meno attivo. I movimenti sul retro dell’utero non si sentono quanto quelli sul davanti.
  • Quello che mangi: I feti possono reagire muovendosi per 20 minuti dopo che la mamma ha mangiato o bevuto qualcosa in particolare. Può succedere con cose molto dolci o zuccherose o dopo aver preso qualcosa che contenga sostanze stimolanti, come la caffeina.
  • La tua attività: Quando una donna incinta cammina e si muove, culla il bambino in modo naturale. Si ritiene sia per questo che molti feti si muovono quando la mamma è a riposo, o perché a tuo figlio piace molto essere portato in giro e cullato anche dopo la nascita.
  • Rumori: I bambini iniziano a sentire fra la 19a e la 26a settimana di gravidanza, e reagiscono ai rumori familiari dopo la nascita. Si è studiato che spesso reagiscono girandosi quando sentono musica classica o rilassante, e rannicchiandosi per sfuggire a rock molto forte. Gran parte dei feti inoltre reagiscono calciando dopo aver sentito un suono molto forte.
  • La sua personalità: le madri che hanno più di un figlio riferiscono di comportamenti diversi anche in gravidanza. Potresti avere un bambino più sereno, che tende a muoversi relativamente poco, o uno più attivo, magari paragonato al primo.

Dubbi sui movimenti del bambino

Molte donne incinte, a un certo punto della gravidanza, manifestano una certa preoccupazione sulla frequenza dei movimenti del bambino, o sul fatto che non lo sentono muoversi da un po’. I movimenti del bambino sono un segno positivo del fatto che sia vivo, e il medico durante la visita ti chiederà sicuramente se l’hai sentito muoversi. In ogni caso, i motivi per cui non lo senti per un certo periodo possono essere vari, primo fra tutti il fatto che sta dormendo. Uno dei motivi più comuni per cui una donna non sente frequentemente i movimenti del bambino è il livello di adattamento del corpo a tali movimenti con l’avanzare della gravidanza. Quando calcia e si muove le prime volte, la sensazione è così strana e nuova che le donne imparano a riconoscere ogni piccola sensazione. Tuttavia, mano a mano che tali sensazioni si fanno più regolari e familiari, molte donne vi si abituano, in un certo senso, fino al punto che, alla fine di una giornata intensa, si chiedono se il bambino si sia mosso o meno. Ogni volta che qualcuno ti mette la mano sulla pancia, ti viene da pensare che abbia smesso di muoversi. Questo avviene spesso e non si sa bene perché. Forse il bambino si sente rassicurato quando qualcuno gli mette la mano sopra. Se l’assenza di movimento persiste, consulta il tuo medico.

Commenta
19/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto