Home  
  
  
    Quale sport scegliere durante la gravidanza?
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
Mantenersi attive in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quale sport scegliere durante la gravidanza?

Quando sei incinta, non vi è ragione di restare inattiva sul piano fisico. Tuttavia, è evidente che durante la gravidanza non puoi dedicarti a qualunque sport. Con un po' di buonsenso e rispettando alcune semplici regole, riuscirai a mantenerti in forma durante quei 9 mesi piuttosto particolari.

Quale sport scegliere durante la gravidanza?
© Getty Images

In effetti, tutto dipende dall'età gestazionale. Nel 1° trimestre, puoi permetterti quasi tutto. Successivamente, devi essere un po' più prudente. Se non hai mai fatto sport, non è certo questo il momento di decidere di praticarlo a ritmi sostenuti con lo scopo illusorio di conservare una silhouette il più possibile armoniosa. Inutile e pericoloso!
Invece, se sei abituata a praticare un'attività fisica, potrai continuare a farla, purché:

  • non sia troppo violenta;
  • tu non abbia problemi medici;
  • il tuo medico dia il suo consenso.

Gli sport consigliati...

Le attività sportive consigliate fra tutte le altre sono la camminata e il nuoto. La camminata perché può essere praticata, anche dalle meno sportive, durante tutta la gravidanza. Il nuoto perché è molto rilassante, aumenta le capacità cardiache e non è accompagnato dalla comparsa di dolori articolari. Fra l'altro, spesso nelle piscine comunali vengono proposti corsi di nuoto rivolti alle donne incinte e ti sarà consigliato lo stile dorso.

È possibile scegliere anche la ginnastica "dolce", che può essere associata a una preparazione al parto. Se desideri fare un po' di palestra, prediligi tuttavia delle sedute di una ventina di minuti 2 o 3 volte alla settimana, piuttosto che una lezione di 1 ora e, a casa, non dimenticare di fare riscaldamento per qualche minuto prima di iniziare i tuoi esercizi. Evita comunque gli stiramenti bruschi. Infatti, i legamenti tendono a rilassarsi durante la gravidanza.

Alcune donne amano anche dedicarsi con la giusta cautela alla danza, allo yoga o alla bicicletta, ma il "pancione" sempre più prominente potrà ostacolare la pratica di quest'ultimo sport verso il termine della gravidanza.

... e gli sport vietati

Al contrario, altri sport vanno evitati dopo il 4° mese. Sia perché possono provocare cadute (equitazione, sci ecc.), un rischio tanto più reale in quanto lo spostamento del centro di gravità del corpo favorisce la perdita di equilibrio nelle donne incinte. Sia perché possono esporre a scossoni o a un trauma a livello addominale: sport di squadra con la palla, judo, karatè...

Nemmeno il tennis e il jogging sono consigliati perché comportano scossoni piuttosto forti e distorsioni. Infine, come si può immaginare, l'alpinismo è fortemente sconsigliato e l'immersione subacquea vietata, poiché l'apnea è pericolosa per il feto.

Alcune altre precauzioni da prendere

Ovviamente eviterai i movimenti troppo bruschi e le sollecitazioni troppo forti a carico delle articolazioni, rese fragili dalla gravidanza. Va da sé che ti riposerai un po' più spesso di prima e che ti asterrai nei periodi di grande caldo. Ma pensa anche a mantenere un'alimentazione sana, sufficientemente ricca di potassio, perché l'insorgenza di crampi è più frequente in gravidanza. A questo scopo, dovrai consumare in abbondanza verdure, frutta e carne. Non dimenticare nemmeno di bere molta acqua per evitare la disidratazione.

Cosa ci si può aspettare dall'esercizio fisico?

I benefici dell'esercizio fisico sono molteplici per la donna incinta: allenamento della muscolatura addominale, miglioramento del ritorno venoso, potenziamento della resistenza… Muoversi e occuparsi di se stessa sono anche una fonte di benessere psicologico. Inoltre, diversi studi hanno dimostrato che un'attività sportiva agevola il travaglio del parto aumentando le capacità respiratorie, e che le donne che hanno continuato a fare sport partoriscono meno frequentemente con cesareo. Allora, ti sei convinta?

Dr.ssa Corinne Tutin

Commenta
20/01/2016

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto