Home  
  
  
    Esagerare con il cibo in gravidanza è pericoloso
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
La dieta in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Mangiare troppo in gravidanza è pericoloso

Prendere qualche chilo in gravidanza è lecito ma credere di dover mangiare per due è un mito sfatato da tempo. Medici e specialisti si sono interrogati sui rischi di una cattiva alimentazione durante il periodo della gestazione e i risultati delle ricerche sono importanti. L’obesità e una dieta squilibrata causano danni permanenti al feto: leggi su Doctissimo cosa rischi se non presti attenzione a ciò che mangi.

Esagerare con il cibo in gravidanza è pericoloso
© Getty Images

Il cibo e la gravidanza: non esagerare!

Non ci si dovrebbe abbuffare quando si è in dolce attesa: i chili ammessi sono circa 10, poco più di uno per ogni mese di gravidanza, ma si può arrivare anche a 15 chili senza problemi. Per una volta bisogna accantonare il consiglio della nonna che voleva che una donna incinta mangiasse per due perché la scienza ha sfatato questo mito! Infatti, il futuro nato non ha affatto bisogno di una montagna di calorie, come si è sempre creduto, ma di sole 300 Kcal giornaliere per svilupparsi in maniera corretta (un aumento di 50 Kcal è previsto nell’ultimo trimestre). Questo dato fa riferimento ad una donna normopeso (il cui indice di massa corporea è compreso tra 19 e 25) perché se la futura mamma è sovrappeso (BMI tra 25 e 30) od obesa (BMI>30) il discorso cambia: i chili di troppo influiscono sulla salute del feto e, col tempo, possono manifestarsi danni permanenti facilmente evitabili con una corretta alimentazione nel corso dei nove mesi. In questi due casi, l’aumento di peso auspicabile non dovrebbe superare i 9 chili, con un’assunzione giornaliera che scende a sole 200 Kcal. Ciò è possibile perché il grasso in eccesso consente alla madre di sostentarsi anche assumendo meno calorie senza danneggiare in nessun modo la crescita del suo bambino.

I danni sul feto causati da una dieta sbagliata in gravidanza

In Canada, alcuni ricercatori della McMaster University hanno condotto degli studi per capire quale fosse il rapporto tra alimentazione e feto: i risultati lasciano a bocca aperta perché i dati hanno dimostrato che il quoziente intellettivo del neonato può abbassarsi di circa cinque punti se la madre esagera col cibo. Inoltre, l’eccessiva alimentazione è causa di un aumento della possibilità di manifestare dei deficit mentali (aumento del 10%) e addirittura la schizofrenia (+25%), senza contare che i figli di madri sovrappeso oppure obese sono più soggetti ad esserlo anche loro da adulti e a sviluppare insufficienza renale (circa il 20% in più). Lo stesso accade quando la madre soffre di diabete gestazionale, infatti il bambino ha il 30% di possibilità in più di soffrire di disturbi nello sviluppo all’apparato urinario e di insufficienza renale cronica. Il grasso corporeo della madre nuoce altresì al fragile sistema cardiocircolatorio del figlio, nonché al suo, provocando una sofferenza nel feto (sia prima che durante il parto) e dando luogo a trombosi e ipertensione. Dislipidemia, aumento di colesterolo e trigliceridi, iperinsulinemia, microsomia, gestosi, emorragie, parti prematuri e alterazione del metabolismo sono alcuni dei disturbi a cui potrà andare incontro il nascituro. Secondo uno studio della britannica Newcastle University, un’altra possibile complicazione è la morte del piccolo, in percentuale dell’1,6% in più rispetto alle mamme con un peso corporeo nella norma, sia prima della nascita che entro l’anno di vita.

Vuoi salvare il tuo bambino? Mettiti a dieta

Gli scienziati e i ricercatori sono unanimi nell’affermare che un regime alimentare dimagrante è la chiave per salvaguardare la salute del proprio figlio. Ti starai chiedendo se sia meglio mettersi a dieta prima della gravidanza o aspettare di aver partorito per tornare definitivamente in forma! La risposta viene data in coro dai medici: se sei a dieta e rimani incinta è meglio sospendere il regime alimentare ipocalorico e concentrarti sul fabbisogno energetico e dei nutrienti necessari al bambino. Ma non sentirti autorizzata ad abbuffarti, perché è proprio questo che nuoce al tuo piccolo. Fatti seguire da un dietologo, un nutrizionista o dal ginecologo, che possono indicarti l’alimentazione ideale in questo momento delicato della vita. Ricorda che un peso che supera i 90 Kg è il campanello d’allarme che deve farti riflettere sul tuo rapporto col cibo: al di sopra di questa soglia è molto probabile che tu abbia problemi durante la gravidanza e che la salute di tuo figlio risenta di questa situazione. L’ideale, consigliano i medici, è tornare al peso forma prima di mettere in cantiere un bambino: eviteresti di fargli correre i rischi che ti abbiamo elencato e ti sentiresti meglio anche tu, sia a livello fisico che psicologico. Non dimenticare inoltre che è possibile continuare a praticare sport durante la gravidanza e non privartene, a meno che il medico non te lo sconsigli a causa di problemi di salute. Il movimento fa bene al bambino tanto quanto una corretta alimentazione!

Tieni d’occhio quello che mangi e non abbuffarti in nome di vecchie credenze che ormai la scienza ha sfatato. La tua salute e quella del tuo bambino devono essere una priorità e ristabilire il giusto rapporto col tuo corpo è la via migliore per assicurarvela!

Commenta
28/12/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto