Home  
  
  
    L'acqua durante la gravidanza
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
La dieta in gravidanza
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quale acqua durante la gravidanza?

Ginecologo, ostetrica, cognata e amiche te lo ripetono in continuazione: durante la gravidanza bisogna bere molta acqua. D'accordo, ma perché e quale?

L'acqua durante la gravidanza
© Getty Images

Essenziale per il corretto sviluppo del bambino e per il tuo equilibrio, l'acqua che bevi può anche alleviare gran parte dei piccoli disturbi della donna incinta. A condizione di scegliere quella giusta...

Almeno 1,5 litri di liquidi al giorno

Come in qualsiasi altro momento della vita, il tuo corpo ha bisogno da 1,5 a 2 litri di liquidi al giorno per funzionare bene. In questo caso, dall’acqua dipende anche il corretto sviluppo del feto. L'idratazione della madre influisce anche sul volume del liquido amniotico. Senza contare la necessità di bere per prevenire e/o migliorare i disturbi legati al tuo stato: pelle secca, stipsi, emorroidi, infezioni urinarie, attacchi di fame e, di conseguenza, chili di troppo. La migliore bevanda da scegliere, perché non contiene zuccheri né eccitanti, è l'acqua.

Non aspettare di avere sete per versartene un bicchiere e prendi l'abitudine di avere sempre una bottiglietta a portata di mano. Per raggiungere la razione giornaliera, considera inoltre gli alimenti ricchi d'acqua (frutta e verdura), i succhi, le tisane e i brodi. Se durante i primi 3 mesi di gravidanza fai fatica a bere l'acqua, prova quella frizzante, in grado di calmare i disturbi digestivi o, tutt'al più, le gazzose light, che ti permetteranno almeno di non disidratarti. Dopo il primo trimestre, non ne abusare perché queste bevande stimolano l'appetito e possono aggravare gli episodi di meteorismo.

Gravidanza: scegli bene l'acqua

Durante la gravidanza puoi consumare senza correre rischi l'acqua del rubinetto, poiché viene trattata e controllata nel rispetto delle norme di potabilità. Può tuttavia verificarsi il caso che l'acqua presenti un eccessivo contenuto di nitrati per le donne incinte. Se abiti in una regione a rischio, informati presso il tuo comune.

Per quanto riguarda le acque in bottiglia, ti aiuteranno ad avere un apporto equilibrato di minerali. Sceglila sulla base delle eventuali carenze della tua alimentazione oppure concediti una certa varietà per essere certa che non ti manchi nulla.

  • Il calcio. Serve alla formazione dello scheletro e dei denti del bambino. Rientra anche nella composizione del latte materno. Se dovesse mancare, il feto attingerebbe alle tue riserve, provocando una possibile decalcificazione, ma anche un maggiore rischio di ipertensione arteriosa e di depressione postnatale. Le acque più ricche di calcio (in ordine decrescente): Ferrarelle, Sangemini, Lete.
  • Il magnesio. Aiuta a combattere la stanchezza, i crampi, i dolori ai legamenti e le palpitazioni. Le acque più ricche di magnesio (in ordine decrescente): San Pellegrino, Gaudianello, Uliveto.

Infine, fai attenzione alle acque minerali gassate ricchissime di sali, che potrebbero aggravare gli edemi e l'ipertensione, problemi frequenti durante la gravidanza. Evita anche le acque minerali aromatizzate, che talvolta contengono molto zucchero, favorendo quindi l'aumento ponderale.

Christel Patez

 

Commenta
10/07/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto