Home  
  
  
    La maternità anticipata
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
Diritti e maternità
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La maternità anticipata

In alcuni casi, in presenza di problemi di salute legati alla gravidanza o condizioni di lavoro inadatte ad una donna in stato interessante, è possibile richiedere un prolungamento del congedo di maternità nei primi sette mesi della gestazione.

La maternità anticipata
© Getty Images

I requisiti necessari

Per poter usufruire dell'indennità di maternità anticipata occorre un certificato medico del proprio ginecologo che attesti lo stato di gravidanza, la data presunta del parto e la diagnosi secondo la quale è opportuno il congedo in anticipo.

Se il congedo viene richiesto non per motivi di salute ma per la tipologia del lavoro, ritenuta troppo usurante, occorre anche una dichiarazione del datore di lavoro nella quale sia indicata la mansione svolta dalla dipendente ed i motivi per cui tale impiego non può essere svolto in gravidanza.

Non si tratta di un documento obbligatorio ma aiuta a velocizzare la pratica.

Come si ottiene

Una volta avuto il certificato del ginecologo ed aver informato il datore di lavoro delle proprie condizioni, occorre recarsi presso il più vicino ufficio dell' Ispettorato del Lavoro e ritirare il modulo per la richiesta di congedo anticipato.

Il modulo compilato deve quindi essere restituito all'ispettorato insieme al certificato medico ed all'eventuale dichiarazione dell'azienda. A questo punto, l'ispettorato vi fisserà un appuntamento con il ginecologo dell'Usl per verificare lo stato della gravidanza e le eventuali complicazioni dichiarate. Questo accade soltanto se il vostro ginecologo è privato mentre se avete effettuato le normali visite tramite l'Usl questo passaggio non sarà necessario.

Con il certificato del medico dell'Usl dovrete quindi tornare all'Ispettorato del lavoro dove la pratica verrà approvata con cadenza immediata.

Come funziona

A differenza della normale “mutua” per malattia, il congedo di maternità anticipata non prevede alcuna restrizione d'orario per eventuali visite domiciliari di controllo. L'indennità però non è totale ma copre soltanto l'80% dello stipendio, come quella del congedo di maternità.

E' molto importante ricordarsi, all'inizio del settimo mese, di inoltrare la domanda per il congedo obbligatorio in quanto non è un passaggio automatico ma deve essere richiesto presentando nuovamente i certificati richiesti.

Commenta
12/04/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto