Home  
  
  
    Il primo mese di gravidanza
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
La gravidanza mese per mese
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il primo mese: dalla prima alla quarta settimana

Nel corso del primo mese di gravidanza, nella maggior parte dei casi, la donna è all'oscuro di quello che accade dentro al suo corpo. I normali test di gravidanza sono in grado di fornire informazioni esatte soltanto dopo le prime 4 settimane in quanto rilevano la presenza dell'ormone HCG che inizia ad essere prodotto due settimane dopo il concepimento. Se la gravidanza è stata programmata molto probabilmente è già possibile capire di essere riusciti a concepire a partire dalla seconda settimana.

Il primo mese di gravidanza
© Getty Images

Il primo mese: la prima settimana

Per poter avere luogo, la fecondazione deve avvenire in un lasso di tempo molto specifico e breve. L'ovulo rimane fertile soltanto per 10-15 ore dopo l'ovulazione mentre gli spermatozoi sono vitali per 48 ore.  E' quindi possibile concepire un figlio avendo un rapporto sessuale il giorno prima dell'ovulazione ma è molto difficile che accada se il rapporto avviene il giorno seguente.

Quando i tempi sono giusti, gli spermatozoi devono risalire l'utero per recarsi nelle tube, questo avviene circa 30 minuti dopo l'eiaculazione. Una volta raggiunto l'ovulo soltanto poche decine delle migliaia di spermatozoi che arrivano all'utero sono sopravvissute al viaggio e soltanto uno di essi riuscirà a penetrare l'ovulo grazie ad alcuni enzimi che gli permettono di perforare la parete ed introdurre la testa perdendo la coda all'esterno.

A questo punto lo spermatozoo può iniziare a fondersi con il nucleo dell'uovo, sono passate circa 7-10 ore dal rapporto sessuale.

Altri consigli e articoli sulla prima settimana di gravidanza

Il primo mese: la seconda settimana

Le cellule dell'ovulo fecondato iniziano a dividersi in due parti che diventeranno quattro, otto e così via fino a diventare una  “Morula” ossia l'insieme di cellule che costituirà il futuro feto.

Sono passati dai tre ai quattro giorni dalla fecondazione quando la Morula arriva all'utero.

Nei giorni successivi la cellula “galleggia” all'interno delle secrezioni uterine mentre le pareti dell'organo si preparano ad accogliere l'embrione.

E' in questa settimana che possono comparire i primi sintomi della gravidanza costituiti da piccoli  crampi uterini.

Altri consigli e articoli sulla seconda settimana di gravidanza

Il primo mese: la terza settimana

L'utero è pronto ad accogliere l'ovulo attraverso l'endometrio ossia la mucosa uterina interna. Inizia a formarsi il trofoblasto, il primo accenno di placenta, grazie ad alcuni filamenti che dall'ovulo penetrano nell'endometrio e da lì nei vasi sanguigni dell'utero.

Questa è una delle fasi più delicate della gravidanza in quanto un corretto sviluppo della futura placenta è fondamentale per la crescita dell'embrione.

Se tutto procede a dovere, all'ovulo iniziano ad arrivare nutrimento ed ossigeno e lui stesso può eliminare il materiale di scarto ed iniziare a crescere.

Durante questa settimana l'embrione passa da 0,2 a 1,5 millimetri ed iniziano a formarsi il cuore ed i vasi sanguigni.

Altri consigli e articoli sulla terza settimana di gravidanza

Il primo mese: la quarta settimana

Il trofoblasto inizia a produrre l'ormone della gravidanza (HCG) ed è possibile rilevarne la presenza grazie al test delle urine. L'embrione è ben saldo alla parete uterina e continua il suo sviluppo fino a misurare circa 5 mm. L'HCG entra in circolo nell'organismo della madre ed inizia a causare le prime sensazioni e percezioni che qualcosa di strano stia accadendo.

Gonfiore e dolore al seno, nausee mattutine, attacchi di vomito ed aumento dell'appetito sono tutti sintomi provocati dalla presenza dell'ormone.

Il progressivo aumentare delle dimensioni dell'utero può invece causare la pollachiuria ossia il bisogno di urinare frequentemente.

In alcuni casi si verificano delle “finte mestruazioni” ossia piccole perdite di sangue dovute all'impianto, ai cambiamenti ormonali o alla formazione della placenta. Si tratta di una cosa assolutamente normale anche se piuttosto rara che però può trarre in inganno la futura mamma posticipando la scoperta della gravidanza.

Altri consigli e articoli sulla quarta settimana di gravidanza

Primo mese: è importante sapere che...

Le prime 4 settimane sono molto delicate ed è opportuno prendere tutte le precauzioni possibili per proteggere la nascita e lo sviluppo dell'embrione.

Se la gravidanza è stata programmata la futura mamma deve cerare di evitare alcolici e sigarette, mangiare sano ed assumere integratori di acido folico.

Vita a tre

Dal lato sessuale è preferibile fare l'amore con molta calma e delicatezza sopratutto per evitare la comparsa di perdite che potrebbero farvi preoccupare inutilmente.

Commenta
29/08/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto