Home  
  
  
    Il quinto mese di gravidanza
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
La gravidanza mese per mese
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il quinto mese: dalla diciassettesima alla ventesima settimana

La pancia inizia a crescere e la gravidanza è evidente agli occhi di tutto il mondo esterno. Iniziano i primi cambiamenti fisici anche all'esterno del vostro corpo e tornano a fare la loro comparsa anche alcuni fastidi allo stomaco (non di natura ormonale). Se avete la pelle delicata potrebbero comparire, sopratutto sul viso, alcune macchie più scure che scompariranno dopo il parto.

Il quinto mese di gravidanza
© Getty Images

Quinto mese: la diciassettesima settimana

Il feto è lungo circa 15 cm e si muove all'interno della placenta. Le vibrazioni prodotte dai suoi spostamenti sono facilmente avvertibili dalla madre ma non ancora dall'esterno.

Inizia a formarsi il primo strato di grasso sottopelle che servirà come riserva di energia per le prime ore dopo la nascita.

L'afflusso di sangue aumenta in tutto il vostro corpo con la conseguenza di un possibile aumento della sudorazione.

Potreste avvertire un aumento delle secrezioni vaginali. E' un fatto assolutamente normale, legato alla preparazione di vagina e collo dell'utero per la parte finale della gravidanza.

Nel caso in cui le perdite dovessero essere però di un colore diverso dal lattiginoso e con un cattivo odore, dovete comunicarlo al ginecologo che vi darà una terapia di ovuli disinfettanti a base naturale da applicare alla sera.

Altri consigli e articoli sulla diciassettesima settimana di gravidanza

Quinto mese: la diciottesima settimana

Le ossa delle orecchie del bambino si stanno solidificando ed i nervi che le collegano al cervello sono attivi. Un forte rumore proveniente dall'esterno potrebbe spaventarlo e farlo muovere o scalciare in maniera molto brusca.

Nelle femmine, l'utero e le tube di Falloppio completano la loro formazione.

Alcune donne riescono, con l'aiuto di uno stetoscopio, ad ascoltare il battito del cuore del proprio piccolo a partire da questa settimana. Non è detto che questo sia possibile per tutte: molto dipende dalle posizione del feto e dalla quantità di tessuto adiposo presente nella pancia della mamma.

Altri consigli e articoli sulla diciottesima settimana di gravidanza

Quinto mese: la diciannovesima settimana

In questo mese, il bambino rallenta leggermente la sua crescita mentre tutti i cambiamenti sono concentrati sullo sviluppo degli organi interni.

Anche se non spunteranno fino ai sei mesi dalla nascita, all'interno delle gengive iniziano a formarsi le radici dei dentini.

Nelle femmine si formano le ovaie con all'interno circa 6 milioni di ovuli.

Il bambino dorme molto, per circa tre quarti della giornata, ed ha la tendenza a svegliarsi ed agitarsi in concomitanza con il riposo della madre.

C'è chi sostiene che si tratti di una sorta di preparazione alle notti insonni che seguiranno il parto.

Altri consigli e articoli sulla diciannovesima settimana di gravidanza

Quinto mese: la ventesima settimana

L'utero inizia ad espandersi sia in orizzontale che in verticale. L'ombelico potrebbe iniziare a “ribaltarsi” verso l'esterno ma non succede a tutte le donne, per alcune l'ombelico rimane rivolto all'interno per tutta la gravidanza.

Lo sviluppo verso l'alto invece può provocare la comparsa del reflusso gastroesofageo che vi accompagnerà per i 4 mesi successivi. Il reflusso è costituito da una risalita degli acidi gastrici dallo stomaco all'esofago, provocato dalla compressione dell'utero sul Cardias (la valvola che chiude il passaggio tra questi due organi). Per alleviare il fastidio esistono alcuni prodotti omeopatici ma la cosa migliore è quella di mantenere un'alimentazione sana evitando tutti quei cibi che generano acidità come pomodoro, fritti, caffè e tè e caramelle o gomme alla menta.

Da questa settimana occorre effettuare una importante ecografia chiamata anche “morfologica”. Si tratta di un esame molto approfondito ed eseguito con un ecografo ad alta definizione. Ogni organo interno del feto viene attentamente controllato così come la posizione della placenza e l'efficacia del cordone ombelicale.

Altri consigli e articoli sulla ventesima settimana di gravidanza

Quinto mese: è importante sapere che...

Nel corso del quinto mese è facile che avvertiate un aumento dell'appetito. Concedetevi pure qualche coccola gastronomica in più ma sempre senza esagerare. E' il momento ideale per tenersi in forma, magari con un corso di ginnastica dolce in acqua specifico per donne in gravidanza. Se non siete amanti dell'attività sportiva, basterà una passeggiata di una ventina di minuti almeno tre volte alla settimana.

Un tipo di ginnastica molto particolare ma utilissimo in previsione del parto sono gli esercizi pelvici. Si tratta di imparare a contrarre i muscoli della vagina per renderla più elastica. La sensazione da ricercare è come quella del trattenere la vescica ma deve essere fatta a livello della vagina. Per un esercizio fatto bene, mettete una mano sulla pancia mentre contraete. Se i muscoli addominali si contraggono, non lo state facendo in maniera corretta. Gli addominali devono restare rilassati e l'unico muscolo contratto deve essere quello della parete vaginale. Inizialmente fatelo  non più di cinque minuti per tre volte al giorno per poi aumentare nei prossimi mesi.

Vita a tre

Anche se la pancia inizia a crescere, ancora non è così ingombrante da impedire l'attività sessuale.

E' bene però limitarsi a posizioni che non comportino un peso eccessivo sulla pancia. Da adesso in poi dovrete quindi abbandonare la classica posizione del missionario.

Può essere divertente cercare nuovi modi di fare l'amore e questo vi aiuterà sicuramente a coltivare l'intimità con il partner.

Commenta
21/09/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto