Home  
  
  
    Superare la delusione del sesso
Cerca

Settimane di gravidanza
Sviluppo del feto
Gravidanza mese per mese
Dieta in gravidanza
Essere mamma: situazioni particolari
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Maschio o femmina? Superare la delusione del sesso

Tristezza, senso di colpa, difficoltà a creare un legame affettivo... Quando il tuo bimbo non è del sesso che speravi, a volte può essere difficile superare la delusione.

Superare la delusione del sesso
© Getty Images

Già ti vedevi con la femminuccia che hai sempre voluto... o con il maschietto tanto desiderato... Ma all’ecografia il medico è stato chiaro: il sesso non è quello che speravi. Ti ripetono tutti che quel che conta è che sia sano e cresca bene e tu ti senti sempre più in colpa.

Leggi anche: 

Maschio o femmina? Scegli il sesso del bimbo con la dieta

Maschio o femmina? La risposta in 10 minuti

Delusione all’annuncio del sesso: perché ci si rimane male?

"La delusione colpisce particolarmente i genitori che hanno dei percorsi anomali, spiega Fanny Bert, psicologa e psicoterapeuta specialista della perinatalità. Penso soprattutto a quei genitori che hanno vissuto il dolore di un’interruzione medica della gravidanza o di una morte bianca o SIDS. Non vogliono “sostituire” il bimbo perso e, per proteggersi, preferirebbero un sesso diverso ".

Citiamo anche il caso delle relazioni familiari difficili, per esempio quello di una donna che ha subito violenze da parte del padre. Accogliere una bimba le sembrerà più facile che confrontarsi a un maschio.

In un contesto meno doloroso, capita anche che dei genitori che già hanno uno o più bimbi di un sesso vogliano avere l’altro per “completare” la famiglia. Vedono il bimbo a venire come “l’ultima speranza” e fanno fatica ad accettare il fatto che non avranno mai un maschio o una femmina.

"Ricevo inoltre delle persone confrontate a degli errori all’ecografia, aggiunge la psicologa. Anche se all’inizio non avevano una preferenza, si sono preparate durante tutta la gravidanza a incontrare un bimbo... che non ha il sesso annunciato alla nascita. Uno shock. Dov’è il bimbo o la bimba che aspettavano?”.

Sesso del bimbo: la delusione provoca un forte senso di colpa

Sin dal test, hai cominciato a immaginare la tua vita con lui/lei. Pensavi: "Quando sarà grande, faremo questo o quest’altro..." Avevi già praticamente scelto il nome. Tutti questi progetti spariscono d’un botto, quando scopri che il bimbo non corrisponde a quello che pensavi..

Secondo Fanny Bert, "puoi essere sorpreso/a dalla delusione che provi, fino a pensare di non essere un buon genitore. A volte, esiste un fenomeno di rifiuto di questa emozione, non vuoi ammetterla neanche con te stesso/a. Questo può rallentare la creazione di un legame affettivo con il bambino". Il primo passo è quindi di riconoscere la delusione. E poi di ricominciare tutti i progetti da zero.

Spesso con la nascita il problema sparisce, in quanto le emozioni positive alla vista del neonato prendono il sopravvento. Ma alcuni genitori, soprattutto se non erano consapevoli della delusione relativa al sesso, possono rimanere bloccati per mesi o anni. Probabilmente si prenderanno cura del bimbo, ma senza provare piacere nel farlo.

Sesso del bimbo: l’importanza di esprimere quello che provi

Esprimi tutto quello che provi, senza sentirti in colpa. Per prima cosa, al tuo bimbo. “Anche se è ancora nella pancia, sente le tue emozioni, spiega Fanny Bert. La cosa migliore è spiegargli cosa stai provando: “Sono molto felice che tu sia una bimba, ma mi aspettavo un maschietto”. Questo diminuirà il tuo stress che, in gravidanza, può dare complicazioni, e faciliterà il legame affettivo al parto. Esteriorizzare è una prima terapia.

Trova inoltre una persona alla quale potrai parlare senza temere di essere giudicato/a o criticato/a: un membro della famiglia, l’ostetrica, il tuo medico, uno psicologo (a volte bastano un paio di incontri). Accetterai più in fretta il sesso del piccolo senza reprimere i tuoi sentimenti. “Parla liberamente”, conclude Fanny Bert.

Clémentine Delignières

Commenta
27/01/2017
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto