Home  
  
  
    La giusta temperatura in casa per neonati
Cerca

Conoscere tuo figlio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Neonati in casa: bada alla temperatura dell’ambiente

La giusta temperatura dell’ambiente all'interno di casa tua è molto importante per il tuo bambino. In Italia la legge prevede che in inverno all'interno delle abitazioni la temperatura non superi i 20°, per evitare eccessive emissioni inquinanti oltre che un inutile dispendio energetico. Ma qual è la giusta temperatura per un neonato? Scopri qualche consiglio per non sbagliare.

La giusta temperatura in casa per neonati
© Getty Images

La giusta temperatura dell’ambiente all’interno di casa tua è molto importante per il tuo bambino. In Italia la legge prevede che in inverno all’interno delle abitazioni la temperatura non superi i 20°, per evitare eccessive emissioni inquinanti oltre che un inutile dispendio energetico.

Ma qual è la giusta temperatura per un neonato? Scopri qualche consiglio per non sbagliare.

I consigli per una giusta temperatura

Ecco alcuni consigli per mantenere la giusta temperatura per il tuo bambino:

  • Fai in modo che la temperatura in casa sia costante: gli sbalzi termici espongono il piccolo al rischio di ammalarsi
  • È ideale una temperatura di 20°, ma nel bagno puoi aumentarla di un paio di gradi, mentre nella cameretta di tuo figlio sarebbe preferibile non superare i 18°. Meglio fargli indossare un pigiama particolarmente caldo che non costringerlo a soggiornare tutta la notte in una stanza in cui l’aria è secca e irrespirabile.
  • Se in casa i caloriferi seccano molto l’aria, utilizza un umidificatore per ambientie dotando i termosifoni delle apposite vaschette per l’acqua.
  • Nel caso, invece, che l’appartamento sia molto umido, provvedi a dotarlo di un deumidificatore per asciugare l’aria.
  • Arieggia spesso le stanze: il ricambio dell’aria è fondamentale per avere un ambiente salubre, ripulendola dagli inquinanti domestici. L’ideale sarebbe farlo tre volte al giorno: al risveglio, intorno all’ora di pranzo, e un’ora prima di andare a dormire.
  • Per favorire il riposo notturno del bambino, prima di metterlo a nanna puliscigli il nasino irrigandolo con un’apposita soluzione a base di acque termali.
  • In epoca neonatale i meccanismi di termoregolazione non sono sufficientemente maturi e il loro funzionamento presuppone un maggiore consumo di ossigeno quanto più rilevanti sono le variazioni di temperatura e di umidità ambientale
  • Garantisci al neonato la "termoneutralità", cioè una condizione ambientale nella quale il consumo di energia è minimo ed il controllo della temperatura corporea è raggiunto con meccanismi vasomotori. Nel caso di un neonato a termine, sano, vestito, l'ambiente termoneutrale ha una temperatura di 22° sia di giorno che di notte, con una umidità relativa del 40-60%.
  • Per un neonato pretermine di peso superiore ai 2 kg, tenuto vestito nel lettino, l'ambiente termoneutrale è caratterizzato da una temperatura intorno ai 24° con una umidità relativa intorno al 50%. L'acqua del bagnetto deve essere intorno ai 36-37° per riprodurre la temperatura corporea interna.

Commenta
21/09/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto