Home  
  
  
    Il piacere post-parto
Cerca

La nuova vita insieme
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Amore e accessori erotici dopo il parto

Dopo il parto non è sempre facile ritrovare una libido al top... Come ritrovare la strada del piacere? Quando è il caso di ascoltare un parere specialistico, e a chi rivolgersi? Quale ruolo possono avere i sex toy nella sessualità dopo il parto? Chantal Fabre-Clergue, ostetrica e sessuologa, risponde senza tabù alle nostre domande.

Il piacere post-parto
© Getty Images

Doctissimo: La sessualità dopo il parto a volte può seguire un percorso complesso...

Chantal Fabre-Clergue: L’assenza o i cambiamenti della sessualità durante la gravidanza possono interessare tanto l'uomo quanto la donna, ma al di là delle controindicazioni, che restano rare, si tratta di fenomeni privi di una giustificazione medica. Per alcune coppie, nelle quali la paura di una penetrazione vaginale è troppo forte, questo periodo offre l'occasione per esplorare nuove forme di sessualità: sesso orale, rapporto anale o uso di accessori erotici, che permettono nella donna la stimolazione clitoridea o, nell'uomo, una stimolazione inedita.

Doctissimo: Quali sono le particolarità della sessualità dopo il parto?

Chantal Fabre-Clergue: La sessualità dopo la gravidanza dipende dalla sessualità durante la gravidanza e anche prima della gravidanza: se prima essa era armoniosa, non c'è ragione perché non lo sia più durante o dopo la gravidanza.

In genere la sessualità riprende 6-8 settimane dopo il parto. Gli studi mostrano che questa parentesi è sempre della stessa durata indipendentemente dal tipo di parto (naturale, cesareo, con episiotomia…). La ripresa della sessualità avviene nel 90% dei casi su richiesta dell'uomo, ma non sempre è così! Il rapporto tra padri e parto è complesso, una piccola percentuale di padri, scioccati dal parto, ha infatti difficoltà a ritrovare una sessualità gratificante, e quindi è indispensabile che in questo periodo la coppia venga informata.

Doctissimo: Nell'iter medico successivo alla gravidanza, come e quando occuparsi della sessualità con i futuri o neo-genitori?

Chantal Fabre-Clergue: Quando? Durante ogni visita! Per quanto mi riguarda, io introduco il tema della sessualità attraverso un gioco di carte, riuscendo così a superare la difficoltà di affrontare l'argomento! Gli uomini e le donne possono così indicare la carta che preferiscono, quella che detestano, ecc. Dei poster mi consentono di affrontare altri temi: il Kamasutra della gravidanza, la sessualità del post-parto, ecc., perché è possibile utilizzare delle immagini laddove le parole fanno fatica a uscire. Inoltre, tutti gli accessori erotici venditi nei negozi specializzati o online hanno molto successo presso le ostetriche e i massaggiatori esperti di chinesiterapia.

Oltre alle visite, con l'associazione Les Baleines Bleues (Le balene blu), coinvolgiamo direttamente le future mamme proponendo loro delle attività per conservare una buona forma fisica, fisiologica e sessuale durante tutto il periodo della "nascita", aiutandole inoltre a lottare contro alcune paure o alcuni luoghi comuni e richiamando alcune nozioni di anatomia.

Doctissimo: I tabù riguardo alla sessualità sono ancora così numerosi?

Chantal Fabre-Clergue: Purtroppo sì; i tabù e i luoghi comuni, inoltre, non sono solo una prerogativa dei genitori o futuri genitori: il personale sanitario (medici di base, ginecologi, ostetriche, ecc.) spesso non sono a loro agio parlando di sessualità. Il semplice fatto di toccare l'argomento, però, spesso aiuta a calmare e ansie e a risolvere i principali problemi. Quindi è necessario avere il coraggio di parlare con la propria paziente.

In presenza di dubbi, la risposta spontanea di alcuni medici è di vietare i rapporti sessuali durante i 9 mesi della gravidanza ma, in caso di parto oltre il termine, chiedono alla coppia di avere dei rapporti sessuali per indurre il travaglio (in Francia viene chiamato il "parto all'italiana"). I genitori, a cui è stato proibito avere rapporti sessuali per diversi mesi, si vedono "prescrivere" l’obbligo di farvi ricorso, investiti di una missione della massima importanza, ma oltre al fatto che si tratta di un'opinione senza fondamento scientifico (la quantità di prostaglandina contenuta nello sperma è troppo bassa per indurre il il travaglio), la conseguenza per la coppia è la medicalizzazione della sessualità e la scomparsa del concetto di piacere e di scambio.

Doctissimo: Come è possibile migliorare la formazione del personale sanitario?

Chantal Fabre-Clergue: In qualità di ostetrica e sessuologa, organizzo con Perineform delle sessioni di formazione per dare alle ostetriche la possibilità di inserire nelle visite l'aspetto della sessualità, per aiutare ad evitare le difficoltà che possono essere causate dalle trasformazioni fisiche, fisiologiche e psicologiche della gravidanza e in particolare in seguito ad aborto o durante l'allattamento. Mi occupo soprattutto dell'impatto della gravidanza a livello del perineo, sottolineandone il ruolo nella sessualità prima, durante e dopo il parto.

Attraverso questa formazione, le ostetriche possono affrontare più facilmente le difficoltà momentanee e, se necessario, indirizzare le pazienti o le coppie verso uno specialista, risultando così più preparate a rispondere in modo più naturale alle domande sulla sessualità, senza trascurare l'aspetto del piacere.

Doctissimo: Come inserire il concetto di piacere in un quadro "medico"?

Chantal Fabre-Clergue: La sessualità deve esprimersi attraverso le carezze, il tatto e il risveglio dei cinque sensi.

Per evocare questo concetto di piacere, durante le mie sedute formative utilizzo dei sex-toy: durante la gravidanza è possibile utilizzare dei vibratori per una stimolazione clitoridea, e anche gli accessori accessori erotici per l'uomo permettono di reinventare la sessualità della coppia durante la gravidanza ma anche dopo il parto in caso di dolori o di fase di cicatrizzazione (per non parlare delle proprietà antidolorifiche dell'orgasmo)... Dopo la nascita, un regalo hot può aiutare il neo-papà a riprendere il discorso della sessualità e della libido...

In presenza di blocchi (e scegliendo degli accessori a colori e dall'aspetto divertente e ludico più che versioni esplicitamente falliche) gli accessori erotici possono essere la chiave ideale per aprire le porte di una sessualità troppo a lungo ignorata e di una migliore salute sessuale. Esistono delle ditte come la Fun Factory, progettista e produttrice di sex toy, che ha anche l'ambizione di rompere i tabù e rendere più democratica la sessualità.

Doctissimo : Quando si pensa ai sex toy e alla sessualità dopo il parto, di solito si pensa alle palline Ben Wa...

Chantal Fabre-Clergue: Oggi si ha l'impressione che in caso di rieducazione perineale le famose palline della geisha siano raccomandate da parte delle ostetriche a tutte le donne, ma è un'esagerazione! Se la donna non ha il perineo abbastanza tonico, è possibile che l'accessorio non venga trattenuto e scivoli: in questo caso si potrebbe avere un effetto controproducente, perché la donna avrà la sensazione che la gravidanza abbia avuto un impatto terribile sulla sua intimità e sarà possibile che si scoraggi.

Attenzione, quindi, a non avere un approccio riduttivo e meccanico della rieducazione perineale e della sessualità. In caso di pesantezza o sintomi fastidiosi, è importante rivolgersi a uno specialista, ed è altrettanto importante farlo, prima, durante e dopo la gravidanza, in presenza di malessere di uno dei partner. La sessualità deve essere sempre riequilibrata grazie a un approccio globale che tenga conto del vissuto di ciascuno.

Interviste a cura di David Bême

Commenta
30/07/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto