Home  
  
  
    Post cesareo
Cerca

La vita dopo il parto
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Post cesareo: quando potrò camminare, guidare o avere rapporti?

Molte donne che hanno affrontato un parto cesareo si chiedono quando potranno tornare a svolgere le normali attività quotidiane, come guidare, camminare o quando potranno avere rapporti sessuali. Scoprilo con Doctissimo

Post cesareo
© Getty Images

Molte donne che hanno affrontato un parto cesareo si chiedono quando potranno tornare a svolgere le normali attività quotidiane, come guidare, camminare o quando potranno avere rapporti sessuali. In realtà non esiste un tempo definito di riassorbimento della ferita, tutto dipende da come è andata l’operazione e dai tempi di ripresa che variano da soggetto a soggetto. Ecco alcune semplici abitudini che, con le dovute eccezioni, potrai riprendere dopo aver subito un parto cesareo.

Partorisci la mattina: puoi bere e mangiare già la sera stessa

Fino a pochi anni fa, si aspettava il giorno successivo prima di somministrare cibo o bevande alla neomamma. Ora, se hai subito l’intervento la mattina, già alla sera puoi bere e mangiare qualcosa di leggero. È un accorgimento importante ai fini del recupero, perché ti fa sentire meno dipendente da interventi esterni, ti aiuta a riprendere le forze più velocemente, ripristinando più in fretta la funzionalità dell’apparato digerente.

Il giorno dopo puoi stare in piedi

Un’altra indicazione che è cambiata rispetto a poco tempo fa riguarda la permanenza a letto. Finora si tendeva a tenere a letto la donna fino al giorno successivo all’intervento, adesso, nonostante l’impaccio dovuto a flebo, catetere e perdite ematiche, si cerca di far mettere seduta sulla sedia la neomamma già dalla sera e di farla alzare dalla mattina seguente. Se senti fastidio alla ferita puoi utilizzare una fascia addominale che ti aiuta ad alleviare la tensione sulla muscolatura dell’addome, dove è presente la ferita.

Le perdite di sangue durano 30-40 giorni

Le perdite ematiche, chiamate lochiazioni, sono simili a quelle che si hanno in seguito ad un parto naturale. Sono un po’ più lievi nei primi giorni, poiché si riesce a revisionare attentamente la cavità uterina ed è difficile che resti materiale placentare, poi durano per 30-40 giorni come nel parto naturale. Si tratta di perdite rosso vivo per i primi giorni, poi rosate e liquide infine giallognole sierose, intervallate da tracce di sangue. Sta tranquilla perché le lochiazioni sono fisiologiche e non richiedono controllo medico, a meno che non siano particolarmente abbondanti.

Se il taglio cesareo fa male puoi prendere il paracetamolo

I dolori sono la conseguenza normale di ogni parto, sia naturale che cesareo, e sono dovuti alle contrazioni dell’utero, che lavora per ritornare alle sue dimensioni originarie. Sono più lievi dopo il primo parto, più intensi in quelli successivi. Dopo un cesareo si aggiungono i dolori dell’incisione: nella prima giornata, sono attenuati dai farmaci prescritti dall’anestesista, nei giorni successivi la terapia si valuta in base al dolore percepito e viene gestita a richiesta della paziente. Difficile che i dolori persistano anche dopo il ritorno a casa: nell’eventualità, si può prendere del paracetamolo, un principio attivo compatibile anche con l’allattamento.

La medicazione va rimossa in 1-2 giorni e i punti tolti dopo una settimana

Nella maggior parte dei casi la ferita non dà alcun problema ed è raro che si infetti. Per favorire la rimarginazione, la medicazione viene rimossa il più presto possibile, in genere 1-2 giorni dopo l’intervento. Per quanto riguarda i punti di sutura, molti ospedali utilizzano punti metallici che devono essere rimossi parzialmente in quarta giornata e totalmente entro la settima giornata.

Sì alla doccia ma...

Se ne hai voglia, potresti fare la doccia già dal momento in cui la medicazione viene rimossa, avendo cura di rimettere un cerotto pulito sulla pelle asciutta al termine della doccia. Ma prima chiedi conferma al tuo ginecologo.

Quando riprendere i rapporti sessuali

Dopo un parto cesareo è opportuno attendere che le ferite si rimarginino e che tu ti senta pronta psicologicamente. Attendi che i punti si siano asciutti e chiusi, che siano terminati i sanguinamenti prodotti dalla placenta nel momento in cui si rilascia, e che schiena e bacino si siano ripresi. E’ molto probabile che nelle prime relazioni sessuali dopo il parto tu possa provare dolore e una certa secchezza vaginale. I dolori sono comuni e normali, perché il tuo corpo ha vissuto molti cambiamenti durante la gravidanza ed il parto. Se i punti di sutura sono cicatrizzati ed i genitali completamente ripresi, non avere paura di avere rapporti. Ovviamente se i dolori continuano, sono eccessivi e si verificano sanguinamenti, è molto importante chiamare uno specialista.

Quando tornare a guidare

Generalmente si pensa che sia meglio aspettare dalle quattro alle sei settimane prima di rimettersi alla guida anche se non esistono regole definite in proposito. Aspetta fino a quando non sentirai di esserti completamente ripresa dall'operazione e quindi in grado di parcheggiare o frenare d'emergenza senza avvertire fastidio. Anche la cintura di sicurezza non dovrebbe più darti problemi anche se si appoggia esattamente sopra la ferita. Contatta la tua compagnia di assicurazione perché in alcuni casi le donne che hanno subìto un cesareo non hanno la copertura assicurativa nel periodo direttamente successivo all'operazione.

Commenta
19/01/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto