Home  
  
  
    L'applicazione della ventosa
Cerca

Il parto assistito
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'applicazione della ventosa

Durante il parto può esser utile un supporto per facilitare l’uscita del bimbo. La ventosa: quando e come usarla.

L'applicazione della ventosa
© Getty Images

Che cos’è la ventosa?

Uno strumento, che viene usato per facilitare l’uscita del bambino una volta che la sua testa sia visibile allo sbocco della vagina. È oggi preferita al forcipe, usato negli stessi casi in passato.

In quali casi viene usata?

Quando:
a) il periodo di espulsione si prolunga e la madre non riesce a spingere il bambino all’esterno;
b) la madre è estenuata e quindi non più in grado di collaborare attivamente al parto;
c) la testa del bambino, per l’uno o l’altro motivo, non è completamente passata attraverso il bacino e non può quindi raggiungere l’orifizio vaginale;
d) quando il bambino appare in pericolo, per cui è indispensabile portare rapidamente a termine il parto, anziché attendere che si compia in modo naturale.

II parto con ventosa rappresenta un pericolo per il bambino?

Se effettuato al momento giusto e nelle condizioni adatte, non è affatto pericoloso né arreca alcun danno al bambino; al contrario, gli risulta di aiuto, poiché in tal modo viene sia accelerato il parto sia abbreviato l’arco di tempo in cui la testa del piccolo è sottoposta alla pressione delle ossa pelviche materne.

Il parto con ventosa è pericoloso per la madre?

No, purché effettuato con tecnica appropriata.

Commenta
03/02/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto