Home  
  
  
    Come avviene il cesareo?
Cerca

Il parto cesareo
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il parto cesareo: come avviene l'operazione

Il parto cesareo avviene quando il bambino viene fatto nascere attraverso un'incisione fatta sull'addome materno che giunge fino alle pareti dell'utero. Questa operazione viene fatta sotto anestesia che può essere spinale, epidurale o qualche volta anche generale. Sono molte le ragioni alla base di un cesareo. A volte la decisione viene presa in gravidanza, mentre altre volte si decide durante il travaglio e in questo caso si parla di cesareo di emergenza. Ma come si svolge un parto cesareo? Quali rischi comporta?

Come avviene il cesareo?
© Getty Images

Il parto cesareo avviene quando il bambino viene fatto nascere attraverso un'incisione fatta sull'addome materno che giunge fino alle pareti dell'utero. Questa operazione viene fatta sotto anestesia che può essere spinale, epidurale o qualche volta anche generale. Sono molte le ragioni alla base di un cesareo. A volte la decisione viene presa in gravidanza, mentre altre volte si decide durante il travaglio e in questo caso si parla di cesareo di emergenza. Ma come si svolge un parto cesareo? Quali rischi comporta?

Cesareo: come si fa?

Il parto cesareo prevede un’incisione addominale trasversale effettuata 1-2 centimetri sopra il pube. Viene incisa la fascia addominale, successivamente vengono spostati i muscoli fino ad incidere l’utero. L’operazione dura poco più di mezzora e viene realizzata in anestesia loco-regionale. Raramente si ricorre all’anestesia generale, ritenuta più pericolosa e dunque praticata solo nelle emergenze. 

La ripresa post-operatoria

Il cesareo, essendo un intervento, può portare complicanze che tuttavia possono non esistere se ci si affida a medici esperti. Ecco alcune complicanze, che ripetiamo, sono molto rare quando l’intervento è ben riuscito:

  • Perdita abbondante di sangue con conseguente anemia
  • Infezione della ferita o della cavità uterina
  • Lesioni vescicali
  • Lesioni intestinali
  • Placenta accreta (che si impianta nelle pareti dell’utero) nelle successive gravidanze
  • Dolore post operatorio
  • Ripresa più lenta

Quando serve davvero

Il parto cesareo non è mai consigliato se non in casi estremamente particolari. A rischio di sembrare banali, il parto naturale offre molta più sicurezza alla madre e al bambino e soprattutto un tempo di recupero molto più rapido. Quali sono i casi in cui il cesareo è consigliato se non addirittura obbligatorio?

  • Durante un sospetto caso di sofferenza fetale in travaglio
  • Se ci sono stati già due o più cesarei
  • In caso di malposizione del feto
  • Quando la placenta è previa (cioè è posta tra il bambino e l’orifizio uterino)
  • Quando il bacino della mamma è troppo piccolo
  • Se si tratta di un parto gemellare

Prima gravidanza terminata col cesareo: e la seconda?

Dopo un primo parto cesareo è possibile partorire naturalmente al termine di una seconda gravidanza? Secondo alcuni specialisti si può fare: è possibile eseguire il cosiddetto travaglio di prova, ovvero provare a far nascere il bebè naturalmente. Le statistiche dicono che 7 donne su 10 riescono a partorire naturalmente dopo un cesareo.

Tuttavia il travaglio di prova è sconsigliato quando:

  • Si è ricorsi al cesareo a causa di un bacino troppo piccolo
  • Durante il primo cesareo ci sono state complicazioni
  • Se nella seconda gravidanza il feto è grande o si presenta podalico

Durante il travaglio di prova possono verificarsi alcuni imprevisti che inducono ad un secondo cesareo. Il più pericoloso è la rottura dell’utero: nella zona della cicatrice il tessuto cede a causa degli sforzi. Questa è una situazione di grave emergenza che può portare gravi danni alla madre e al bambino.

Dunque, molti specialisti proprio per evitare situazioni di emergenza, consigliano di partorire tramite un secondo cesareo.

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto