Home  
  
  
    Rottura delle acque
Cerca

I sintomi del travaglio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Rottura delle acque: cosa fare?

Il sacco amniotico, che fino a quel momento era integro e garantiva al feto protezione permettendo le sue evoluzioni e i suoi movimenti, si è rotto facendo fuoriuscire un liquido sieroso trasparente con parti bianchicce. Cosa fare subito dopo che si rompono le acque?

Rottura delle acque
© Getty Images

Il sacco amniotico, che fino a quel momento era integro e garantiva al feto protezione permettendo le sue evoluzioni e i suoi movimenti, si è rotto facendo fuoriuscire un liquido sieroso trasparente con parti bianchicce. Cosa fare subito dopo che si rompono le acque?

Rottura delle acque: il liquido amniotico

Spesso questo liquido viene scambiato per perdita involontaria di urina. Ma una buona osservazione che valuta il colore, l’odore e la frequenza della perdita del liquido evidenzia che in realtà si sono “rotte le acque”. Questo è il segno che il travaglio si sta avvicinando o è iniziato.

  • La perdita del liquido può essere minima o sembrare enorme. Si presenta sotto forma di piccole perdite che durano anche per molti giorni.
  • Delle volte le acque si rompono prima dell’inizio del travaglio, ma di solito questo accade alla fine della completa dilatazione, se non addirittura quando il bambino viene espulso all'esterno.
  • La perdita del liquido può essere, inoltre, minima perché la testa del bimbo ostruisce il passaggio al restante liquido amniotico che si trova sopra il piccolo.
  • Quando le membrane si rompono, alcuni giorni prima dell’inizio del travaglio, si parla di “rottura prematura delle acque”.

Come affrontare il travaglio: spinte e respirazione

Se vi è il sospetto di una rottura prematura delle membrane è meglio andare in ospedale per un semplice controllo e seguire le indicazioni del medico. Il colore del liquido amniotico è il segnale di buona salute del feto. Se è pulito e incolore, il bambino è in ottime condizioni, se invece è macchiato di verde è necessario raggiungere l’ospedale al più presto perché questo segno rivela la presenza di meconio (le prime feci del piccolo), e quindi possibile sofferenza fetale. Un 'altra evenienza da considerare attentamente è la rottura delle acque prima che la testa del bambino sia impegnata nel canale del parto; anche in questo caso è necessario andare in ospedale per controllare che il cordone ombelicale non sia sceso prima della testa del feto. In seguito a questa eventualità se il bambino inizia ad impegnarsi potrebbe comprimere il cordone determinandosi sofferenza per mancanza di ossigeno.

Cosa fare quando si rompono le acque

Quando si rompono le acque è importante seguire alcuni importanti precetti per rendere l’evento il più rilassante possibile:

  • Mantieni la calma e siediti
  • Telefona all’ostetrica per essere consigliata al meglio
  • Raggiungi l’ospedale in tempi brevi ma senza correre, soprattutto se il liquido amniotico è chiaro senza presenza di meconio o sangue. Non corri alcun rischio
  • In ospedale verrà controllata la frequenza cardiaca del tuo bambino

Commenta
19/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto