Home  
  
  
    Scollamento delle membrane: cos'è
Cerca

I sintomi del travaglio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Scollamento delle membrane: cos'è e quali sono gli effetti

Tra i tanti metodi che il ginecologo utilizza per stimolare il travaglio, troviamo lo scollamento delle membrane. Ma in cosa consiste questa tecnica? Quali sono le conseguenze?

Scollamento delle membrane: cos'è
© Getty Images

Scollamento delle membrane: cos'è?

Quando la gravidanza volge al termine e il travaglio non si avvia spontaneamente il medico può decidere di procedere con questa procedura. Lo scollamento delle membrane è una manovra che permette di accelerare o indurre il travaglio e consiste nello scollare in modo meccanico le membrane amniocoriali dalla superficie interna del collo dell'utero. È una pratica che viene messa in atto dal ginecologo o dall’ostetrica per sollecitare l’inizio del travaglio o per accelerarlo nel caso in cui proceda troppo lentamente. Questa soluzione può essere adottata dal ginecologo verso la 40esima settimana di gestazione. 

Scollamento delle membrane: in cosa consiste la manovra?

La manovra consiste più specificamente nell’inserzione di 2-3 cm di dito all’interno della cervice uterina per creare meccanicamente dello spazio tra il tessuto uterino e le membrane fetali. Viene eseguita ruotando circolarmente il dito due volte. Questa tecnica viene descritta da molte donne come estremamente dolorosa, da altre invece non viene percepita in modo tanto disturbante. E' chiaro che tutto dipende dalla soglia del dolore che ha ogni persona.

Scollamento delle membrane: gli effetti

Lo scollamento delle membrane sollecita l'inizio del travaglio e può indurre il parto in quanto vengono stimolate le contrazioni uterine. Inoltre, grazie a questa stimolazione, l'organismo materno libera una particolare sostanza, le prostaglandine, utile ad accelerare il travaglio. Infine favorisce il rammollimento della cervice e aumenta l'attività contrattile uterina.

Quando si effettua lo scollamento delle membrane?

Sebbene questa manovra possa rivelarsi utili in moltissimi casi, non tutti i medici sono d'accordo nell'utilizzarla. A volte si registrano casi in cui le gestanti vengono sottoposte a questa manovra a loro insaputa. In realtà lo scollamento delle membrane può essere efficace solo quando il collo dell'utero accenna a dilatarsi, perché in caso contrario la manovra non sortirebbe alcun effetto positivo. E' importante ricordare che non è sufficiente una sola seduta e per la sua facilità d'esecuzione può essere fatta ambulatorialmente. 

Scollamento delle membrane: gli effetti indesiderati

Dopo lo scollamento delle membrane, anche a distanza di molte ore, è possibile che si verifichi un'emorragia, simile a quella mestruale. Se questa si fa copiosa, è bene chiamare il proprio ginecologo.

E se non fosse sufficiente?

Le tecniche per indurre il travaglio sono tantissime. Lo scollamento delle membrane è solo una di queste e a volte, dipende dai casi, potrebbe non funzionare. Che fare? Se non fosse sufficiente lo scollamento delle membrane, il ginecologo potrebbe optare per una induzione farmacologica del parto, con l’applicazione locale di un gel a base di prostaglandine o con la somministrazione di ossitocina per via endovenosa.

Commenta
19/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto