Home  
  
  
    Come sapere se si è in travaglio
Cerca

I sintomi del travaglio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Travaglio: come faccio a sapere se è cominciato?

La fase conclusiva della gravidanza è spesso tormentata da un dubbio comune a molte future mamme: come si fa a sapere quando si è entrati in travaglio?

Come sapere se si è in travaglio
© Getty Images

Abbiamo già affrontato il tema della distinzione tra le contrazioni che anticipano il parto e quelle di Braxthon Hicks, definite “false contrazioni”. Ma come capire che è il momento giusto per recarsi in ospedale? Per evitare di correre al pronto soccorso alla prima contrazione è importante conoscere le fasi del travaglio per avere maggiore consapevolezza dei sintomi che anticipano il parto:

  • Periodo prodromico: è il momento in cui iniziano importanti modifiche sul collo dell’utero, che si centralizza ovvero si posiziona verso la vagina per poi appianarsi e infine dilatarsi lentamente. Tutto ciò è caratterizzato da contrazioni lievi simili ai dolori mestruali che si localizzano nella zona del basso ventre e della zona lombare. Durante queste contrazioni potresti perdere il tappo mucoso, trovando delle perdite dense e biancastre. Ma non devi preoccuparti! Non è questo il momento di andare all’ospedale. Cerca di rilassarti concedendoti una bella doccia calda.
  • Fase dilatante: è il momento in cui le contrazioni diventano più regolari. Hai un po’ di tempo prima di recarti all’ospedale soprattutto se non hai “rotto le acque”. Questa fase dura circa 8 -10 ore prima del parto. Se le contrazioni durano 3-4 minuti puoi tranquillamente andare in ospedale o in clinica.

Travaglio: casi di emergenza

Le situazioni sopra descritte sono ideali, ma esistono casi di emergenza che non permettono di temporeggiare o rimanere calmi e per cui è fondamentale recarsi urgentemente in ospedale. Vai subito in ospedale quando:

 

  • Si rompono le acque e il liquido amniotico è scuro
  • Hai perdite di sangue vaginali abbondanti
  • Se non sei al primo parto: infatti i travagli successivi al primo durano di meno, quindi è meglio recarsi in ospedale appena le contrazioni diventano regolari.

 

Soprattutto in queste situazioni non farti prendere dal panico. Calma e tranquillità sono elementi fondamentali per affrontare al meglio il parto.

Commenta
19/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto