Home  
  
  
    Avere un figlio a 37 anni
Cerca

Fertilità e infertilità
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gravidanza tardiva: è troppo tardi avere un bambino a 37 anni?

Esiste l’età giusta per diventare mamma? Oggi, grazie al miglioramento della qualità della vita e delle strutture sanitarie, è possibile partorire anche dopo i 35 anni. Ma che effetto ha questo fattore sul corpo della donna? E sui bambini? Quali sono i rischi? Scoprilo con Doctissimo.

Avere un figlio a 37 anni
© Getty Images

Esiste l’età giusta per diventare mamma? Fino a qualche anno fa, la soglia riferita dagli specialisti per portare a termine una gravidanza senza rischi era di 30/33 anni. Oggi, grazie al miglioramento della qualità della vita e delle strutture sanitarie, è possibile partorire anche dopo i 35 anni. Ma che effetto ha questo fattore sul corpo della donna? E sui bambini? Quali sono i rischi? Scoprilo con Doctissimo.

Gravidanza tardiva: i rischi

Una gravidanza tardiva potrebbe comportare alcuni rischi. Come ad esempio:

  • Partorire un figlio affetto da sindrome di Down: le donne non più tanto giovani hanno anche uova più vecchie alla nascita ogni donna ha una scorta di uova sufficiente per tutta la vita. Non è possibile prevenire questa sindrome, ma si può facilmente diagnosticare nell'utero grazie all'amniocentesi.
  • Aborto spontaneo
  • Riduzione del tono muscolare e della flessibilità delle articolazioni
  • Ipertensione
  • Diabete
  • Travaglio anticipato seguito da una forte emorragia dopo il parto

Gravidanza tardiva: come prepararsi?

Volere un figlio anche in “età avanzata” è possibile. Basta essere preparati e seguire alcune regole che limitano i rischi sopra elencati. È importante:

  • Mantenere un'alimentazione sana e adeguata
  • Fare sport
  • Non fumare
  • Non abusare con i farmaci

I vantaggi della gravidanza tardiva

Contrariamente a ciò che si pensa, rimanere incinta dopo aver superato una certa età ringiovanisce la futura mamma perché la gravidanza accende i canali biologici e le competenza endogene. ll maggior produttore degli ormoni della gravidanza non è la donna, ma il bambino con la sua placenta. Dunque lui ringiovanisce il corpo della mamma, lo modifica, lo rende morbido, capace di aprirsi alla gravidanza e al parto. Ma la buona notizia arriva dall’America: rimanere incinta in età avanzata proteggerebbe l’endometrio dal cancro. Lo dimostra un recente studio condotto dalla Keck School of Medicine dell'Università della California del Sud secondo cui le donne che diventano mamme tra i 30 e i 40 anni, o anche oltre, vedono ridursi il rischio di ammalarsi di tumore all'endometrio in percentuali che vanno dal 17% al 44%, rispetto alle mamme che hanno partorito l'ultimo figlio a 25 anni o poco meno. Anche i bambini hanno qualche vantaggio: i ricercatori dello University College di Londra hanno dimostrato che i figli delle mamme in là con l'età saranno più sani e in salute, impareranno a parlare più velocemente e ad esprimere meglio le proprie emozioni.

Gravidanza tardiva: conclusioni

Ad incidere nella buona o cattiva riuscita di una gravidanza, dunque, non è sicuramente l’età della futura madre ma piuttosto il suo stato di salute. La materia anagrafica c’entra ben poco: buone abitudini e uno stile di vita regolare fanno la differenza, permettendo di portare a termine brillantemente gravidanze tardive.

Commenta
19/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Test famiglia

Salute: sei pronta a diventare mamma?

Calcola la data del parto